Tariffe del servizio di trasporto MIV. Dal 1 settembre la Valdambra entra nel progetto

346

Dal 1 settembre prossimo i cittadini della Valdambra che utilizzano il servizio di trasporto pubblico Miv, la cosiddetta metropolitana di superficie, pagheranno le stesse tariffe che pagano gli altri utenti della vallata. Questo quando emerso oggi nel corso della riunione del comitato tecnico, che si è svolta a Firenze, in Regione Toscana.
Una notizia che è stata accolta con soddisfazione dall’amministrazione comunale di Bucine. “Ci eravamo attivati fin da subito per correggere la situazione – ha detto il sindaco, Nicola Benini – , ma è normale che in una fase iniziale, da considerarsi sperimentale, ci fossero aggiustamenti da fare. Vogliamo ringraziare la dirigenza MIV e la Regione Toscana per la tempestività e la sensibilità nei confronti degli utenti della Valdambra”.
Sono quindi state accolte le istanze del Comune di Bucine relative alle tariffe del trasporto pubblico in Valdambra, che non erano proporzionate rispetto a quelle del fondovalle. Il tavolo tecnico ha riconosciuto giuste le osservazioni ed ha deliberato di inserire a tutti gli effetti la Valdambra nel progetto MIV a partire dal 01 settembre, prima quindi dell’inizio dell’anno scolastico.
“Siamo pienamente soddisfatti del risultato raggiunto, nell’interesse di tutti i valdambrini – ha sottolineato l’amministrazione comunale – e ringraziamo l’assessore Ceccarelli per la tempestività e la concretezza nell’affrontare i problemi dei cittadini”.