Stamani a Roma il tavolo sulla Bekaert. Giulia Mugnai: “Non siamo soddisfatti. E cresce la preoccupazione”

295

Era un incontro molto atteso quello che si è tenuto questa mattina a Roma, presso il Ministero per lo Sviluppo economico, sulla vertenza Bekaert. Un incontro che però ha suscitato più di una perplessità. L’advisor incaricato Sernet ha illustrato quanto emerso nei mesi successivi al 28 marzo scorso, data dell’ultimo incontro al Mise, evidenziando la presenza di quattro aziende interessate alla reindustrializzazione.“Purtroppo nell’incontro di oggi, che ritengo insoddisfacente, non sono emerse novità significative rispetto a marzo – ha commentato la sindaca di Figline e Incisa, Giulia Mugnai –. C’è la conferma che le opzioni più avanzate per la reindustrializzazione arrivano da due aziende, una italiana e una bielorussa, e ciascuna ricollocherebbero un massimo di 90 lavoratori sui 224 rimasti in cassa integrazione. Abbiamo quindi richiesto che il Tavolo presso il Mise venga convocato nuovamente entro la fine di settembre, in modo da conoscere quali sono le opzioni che, combinate assieme o integrate, possono dare una tutela a tutti i lavoratori. Le preoccupazioni continuano ad aumentare perché il tempo stringe e noi abbiamo la necessità di dare una risposta a quelle persone che sono coinvolte direttamente nella vertenza, ma anche a tutto il territorio: quello che chiediamo, infatti, è che siano create le condizioni per dare una prospettiva di sviluppo nel lungo periodo per salvaguardare i livelli occupazioni dell’intera vallata”.

Di seguito l’intervista di Giulia Mugnai dopo l’incontro al Mise