La CRI di Incisa: ​ “Il comitato non ha intenzione di chiudere, ma esiste un problema reale legato al 118”

600

“Visto il persistere sui social di voci inerenti la Croce Rossa Italiana di Incisa, riteniamo opportuno fare chiarezza su alcuni punti” – . Lo ha detto in queste ore il ​ Presidente della CRI di Incisa Giovanni Paolo Foderaro , che ha voluto stroncare sul nascere alcune illazioni. “Il Comitato – ha precisato – ​ non ha nessuna intenzione di chiudere e i servizi ​ verranno sempre garantiti con professionalità e puntualità”. Ma ci sono comunque delle questioni che dovranno essere affrontate quanto prima.
“Esiste un problema reale sulla disponibilità dei medici del 118 non dovuto alle associazioni di volontariato – ha aggiunto ​ Foderaro. Questo ha portato ad una situazione per la quale, per diversi giorni a luglio, il medico destinato alla postazione di Incisa è stato inviato a coprire altre postazioni scoperte, ritenute più importanti. Voci non confermate riferiscono che, per il mese di agosto, la postazione medicalizzata di Incisa rimarrà completamente scoperta, cambiando il servizio da ambulanza con medico a bordo ad ambulanza con solo volontari. Come associazione – ha aggiunto – ​ siamo molto preoccupati per questo depotenziamento del servizio di emergenza nel nostro territorio e abbiamo avviato un percorso importante con l’amministrazione comunale ed i nostri vertici regionali per risolvere questa situazione”.
“Ci preme evidenziare – ha detto ancora il presidente ​ – come la Sindaca Mugnai abbia ottenuto un incontro urgente con l’assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi”
La CRI di Incisa ha poi richiesto informazioni sul futuro della propria postazione medica e la dirigenza del 118 ha comunicato formalmente che non è stata notificata nessuna decisione in ordine alla chiusura e/o ridefinizione della capacità assistenziale del Punto di Emergenza Territoriale. Eventuali assenze del medico di emergenza territoriale presso la postazione potranno verificarsi in conseguenza della carenza di personale medico operante nella struttura del 118 di Firenze.