Telecamere negli asili. Il consiglio comunale di Bucine dice no. Tuona l’opposizione

1841
Andrea Tata di Alleanza per Bucine

“Il consiglio comunale di Bucine ha respinto la nostra mozione, che chiedeva di accedere ai fondi stanziati dal decreto sblocca cantieri per l’installazione di impianti di video sorveglianza nelle strutture per l’infanzia e per gli anziani”.
A tuonare, il gruppo “Alleanza per Bucine”, che ha presentato il documento al parlamentino del 25 luglio scorso.
“La cosa che più ci lascia perplessi ed amareggiati – ha detto la minoranza – è il fatto che la bocciatura della mozione non è arrivata dopo un articolato dibattito, ma semplicemente attraverso l’astensione al momento del voto dei consiglieri di maggioranza. L’amministrazione Benini a nostro avviso ha dimostrato con questo voto una scarsa sensibilità a trattare temi così pregnanti ed attuali come è quello della sicurezza dei minori e degli anziani all’interno delle strutture pubbliche come asili e presidi di cura”.
Il gruppo di opposizione ha ricordato come i fatti di cronaca avvenuti in tutta Italia e recentemente anche nella vicina Montevarchi, debbano indurre ad una riflessione approfondita su un problema attuale ed importante. “Sinceramente – ha concluso l’opposizione – non riusciamo a comprendere quali siano le ragioni che hanno portato a questa decisione da parte della maggioranza guidata da Benini, la quale, di fronte alla mozione presentata da Alleanza per Bucine ha palesato una frammentazione enorme al suo interno, tant’è che il documento è stato bocciato non con il voto contrario, che avrebbe richiesto un minimo di motivazione, ma con l’astensione”.