37^ Festival del Cinema di San Giovanni. Ecco le opere in concorso e quelle scelte per lo Spazio Toscana

275

Il Festival del Cinema sangivannese, giunto alla sua 37^ edizione, si svolgerà dal 25 al 29 settembre prossimi e saranno proiettati 4 lungometraggi di fiction, 5 documentari e 10 corti. Saranno poi proiettate 7 opere nello “Spazio Toscana” di autori che vivono o sono nati nella regione.
Vi saranno inoltre molti premi che ogni giuria assegnerà agli autori in concorso. Tra i riconoscimenti, senz’altro, il più ambito sarà il​ “Premio Marzocco”, simbolo della Città di San Giovanni Valdarno, intitolato a Marino Borgogni, del valore di 1.000 euro, al miglior film in assoluto.
​Il programma di questa edizione sarà ricco di novità e sarà scandito dalle numerose proiezioni appartenenti, ognuna, alla propria categoria.

Ecco l’elenco delle varie categorie di questa 37^ edizione:

Concorso, lungometraggi:

“Dafne” di Federico Bondi​;
“Selfie” (Doc) di Agostino Ferrente;
“Normal” (Doc) di Adele Tulli​;
“Ovunque Proteggimi” di Bonifacio Angius;
“La nostra pietra” (Doc) di Alessandro Soetje;
“L’ospite” di Duccio Chiarini​;
“In viaggio con Adele” di Alessandro Capitani;
“Il pittore della tenda” (Doc) di Renato Lisanti;
“Be Kind” (Doc) di Sabrina Parravicini e Nino Monteleone.

​Concorso cortometraggi:

“Amici comuni” di Marco Castaldi;
“Noi soli” di Francesco Alessandro Cogliati;
“Aleksia” ​ di Loris Di Pasquale;
“Sadok” di Geraldine Ottier;
“Tempo di cambiare” di Maryam Rahimi;
“Aggrappati a me” di​ Luca Arcidiacono;
“All this creatures” di Charles Williams; (Palma d’oro miglior cortometraggio al Festival di Cannes 2018).
“The role” di Farnoosh Samadi;
“Manica a vento” di Emilia Mazzacurati;
“Mira mi alma” (DOC) di Gianlorenzo Atten.

​Spazio Toscana​ (sezione non competitiva):​

Lungometraggi:

“I ragazzi di San Frediano” di Giulia Lenzi e Sofia Milazzo;
“Storie di altromare” di Lorenzo Garzella;
“L’anarchico venuto dall’America” di​ Daniele Cecconi​

Cortometraggi:

“Tabula rasa” di Mark Petrasso;
“Metamorfosi​ dell’anima” di​ Rita Carioti;
“Moon on fire” di Pierfrancesco Bigazzi;
“Matilde” di Vittoria Spaccapietra;
“Fata Burgina” di Piero Torricelli.