Nuova illuminazione pubblica a Pergine e Pieve a Presciano. A settembre via agli interventi

659

Firmato il contratto d’appalto per un rinnovo radicale dell’illuminazione pubblica di Pergine Valdarno e Pieve a Presciano. Il progetto prenderà corpo a partire da settembre, prevede l’adeguamento tecnico-normativo dei lampioni e si inserisce in un remake complessivo che interesserà per gradi anche le altre frazioni del territorio, ammodernando e mettendo al passo con i tempi l’intera rete in linea con le esigenze di risparmio delle amministrazioni locali.
Nel dettaglio il piano contempla la sostituzione delle armature stradali in alcuni tratti viari selezionati; degli apparecchi d’illuminazione da arredo urbano con i relativi pali in aree verdi e parchi pubblici; l’adeguamento dal lato tecnico – normativo dei quadri elettrici di alimentazione con la fornitura e installazione di nuove linee elettriche. ”A Pergine – ha ricordato il sindaco Simona Neri – gli interventi ritenuti prioritari riguarderanno gli impianti alimentati dal quadro elettrico di protezione della cabina Enel di via Case Nuove, che serve i lampioni installati nella stessa strada, fino al centro storico del paese, i pali di via del Bagno e di via del Canneto fino al cimitero. Al contempo saranno sistemati quelli d’arredo urbano dei giardini compresi tra le vie Querceto e Vallelunga”.
Alla Pieve, invece, le opere si concentreranno sui punti luce che illuminano via Salimbeni, via Ghiacciaia e l’area verde di piazza Serristori. Si tratta di impianti, ha spiegato la prima cittadina, serviti dall’attuale quadro elettrico collocato all’incrocio tra le vie Ghiacciaia e Salimbeni e che peraltro sarà sostituito completamente.