Figline e Incisa: fontanelli ancora nel mirino dei vandali

163

Vandali in azione e ancora una volta nel mirino finiscono i fontanelli comunali di Figline e Incisa. Dopo i danneggiamenti della scorsa settimana, che avevano riguardato gli erogatori di piazza della Resistenza e dei Giardini Dalla Chiesa, in via Roma (entrambi chiusi martedì 13 e rimessi in funzione già da venerdì 16), negli ultimi due giorni gli stessi dispositivi sono stati danneggiati di nuovo, insieme a quello di piazza Don Minzoni a Matassino e di piazza Santa Lucia a Incisa.
Il bilancio di questa settimana è di 4 fontanelli vandalizzati, che rimarranno fuori servizio per i prossimi giorni (al momento non è possibile definire i tempi di ripristino, a causa degli ingenti danni).
Ad oggi quindi a Figline restano in funzione solo i dispositivi di piazza Guido Rossa a San Biagio, piazza Salvo D’Acquisto e allo Stecco; a Incisa solo quelli in località Burchio e La Massa.
“I nostri fontanelli sono stati colpiti per la seconda volta in due settimane – commenta la sindaca Mugnai -. Oltre al danno collettivo causato, sia in termini di interruzione di servizio che economico, questa volta i tempi di ripristino saranno più lunghi, perché i danni sono più ingenti. Nei prossimi giorni incontreremo la ditta Fridom, che gestisce i fontanelli vandalizzati e che colgo l’occasione di ringraziare, perché nei giorni di ferie, a ridosso di Ferragosto, aveva comunque garantito la ripartenza del servizio in tempi brevissimi. Insieme valuteremo come metterli in sicurezza, ma intanto rinnovo a tutti i cittadini l’appello al rispetto, alla tutela e alla salvaguardia dei beni di tutti”.
A Figline e Incisa i fontanelli installati, tra il 2017 e il 2018, sono 9. Erogano acqua naturale e frizzante, sottoposta periodicamente ad analisi di laboratorio, mentre un programma di manutenzione preventiva garantisce l’affidabilità dell’impianto di produzione e distribuzione. L’acqua naturale è gratuita, mentre la gassata può essere prelevata pagando 10 centesimi al litro (oppure 8 centesimi, se si dispone di una carta ricaricabile al momento acquistabile solo alla tabaccheria sul ponte del Matassino).
Grazie alla loro installazione, ogni anno, in media si evita l’acquisto di oltre 1 milione di bottiglie di plastica (e la conseguente produzione di oltre 52 mila chili di plastica), si erogano circa 2 milioni di litri d’acqua e si risparmiano circa 63 euro a famiglia.