Batterio “New Delhi”, un caso al Centro di Riabilitazione di Terranuova

4572

Un caso di batterio “New Delhi” al Centro di Riabilitazione di Terranuova. Da questa mattina, sul sito dell’Ars, cioè Agenzia Regionale Sanità, è pubblicato il monitoraggio sulla diffusione del batterio NDM (New Delhi Metallo beta-lactamase) in Toscana. Un caso di isolamento è presente, appunto, al Centro Riabilitazione di Terranuova. In Toscana, dal novembre 2018 al 31 agosto 2019, i batteri NDM sono stati isolati nel sangue di 75 pazienti. In una tabella diramata oggi dalla Regione vengono riportati i 17 casi attuali,tra i quali anche quello in Valdarno. Il New Delhi è “un enzima prodotto da batteri presenti nell’intestino, in grado di distruggere molti tipi di antibiotici” e che sono “pericolosi in pazienti fragili, già colpiti da gravi patologie o immunodepressi.” Le Aziende sanitarie toscane hanno messo in atto tutti gli interventi volti a sorvegliare l’evoluzione del fenomeno. La Regione, in costante contatto con il Ministero della Salute, ha costituito, il 27 maggio, l’Unità di crisi regionale, tuttora attiva, della quale fanno parte professionisti esperti in materia di infezioni correlate all’assistenza nelle diverse discipline coinvolte.