Publiacqua e il Comune di Figline Incisa acquistano oltre 1.200 borracce per i bambini della scuola

229

Figline e Incisa sposa il progetto del “plastic free” e regala 1.200 borracce agli alunni delle prime classi delle Scuole Primarie del territorio. L’iniziativa è di Publiacqua, che l’ha intitolata ““L’acqua del sindaco arriva nelle scuole”. 230 le borracce acquistate dall’azienda fiorentina. Ma l’iniziativa è stata sposata in pieno anche dall’amministrazione Mugnai, che ha deciso di comprare altre 977 borracce, destinate in questo caso ai bambini dalle seconde fino alle quinte classi, comprese le scuole paritarie.
Una collaborazione, quella tra Comune e Publiacqua, che fa salire la cifra complessiva a 1207 borracce, coprendo tutte le Scuole Primarie del territorio: nelle prime saranno distribuite già all’inizio delle attività scolastiche, mentre le altre classi le riceveranno a novembre.
“I benefici di questa iniziativa sono tanti e riguardano tutti l’ambiente, per il quale dobbiamo impegnarci in modo serio e concreto – hanno spiegato la Sindaca Giulia Mugnai e l’assessore all’Istruzione, Francesca Farini -. Il progetto va proprio in questa direzione perché da una parte evidenzia l’importanza fondamentale dell’acqua, oltre che garantirne la bontà e la sicurezza; dall’altra lancia un messaggio chiaro per la salvaguardia dell’ambiente attraverso la riduzione delle bottiglie di plastica, che nella nostra città è già iniziata da diversi anni grazie all’installazione di nove fontanelli”.
Il piano predisposto da Publiacqua è ad ampio raggio e sono 12.000 le borracce acquistate dall’ente gestore, che saranno distribuite nelle scuole di 45 comuni. L’obiettivo è quello di promuovere la bontà e sicurezza dell’acqua del pubblico acquedotto.
“Più acqua del rubinetto vuol dire anche meno plastica e quindi rispetto per l’ambiente e per il futuro di questo pianeta di cui tutti, anche mutando le nostre piccole abitudini quotidiane, siamo chiamati a farci carico”, hanno detto i vertici di Publiacqua.