Inaugurate le Feste del Perdono di Terranuova. Una tradizione che si ripete

424

La kermesse è partita. Questo pomeriggio, con la cerimonia di inaugurazione in sala consiliare, il taglio del nastro della mostra mercato “Valdarno Espone”, i tre botti augurali e lo spettacolo di moda della Commart in piazza della Liberazione, previsto in serata, si è aperto il Perdono 2019 di Terranuova. Una festa che si è aperta nel solco della tradizione. E che tradizione! Siamo infatti arrivati a quota 405. Quattro secoli e oltre di storia che hanno fatto della fiera terranuovese la più importante del genere del Valdarno e una delle più importanti della Toscana.
Nella sala consiliare del comune di Terranuova, in compagnia delle celebri “Moto Guzzi”, oggetto di una rassegna affascinante, i vertici della Pro Loco, il sindaco Chienni con gli assessori, Valerio Pianigiani per Sicrea e Aldo Ferretti per la Centro Servizi Ambiente Impianti, importante sponsor della manifestazione, hanno presentato la più importante fiera del Valdarno. Poi si sono spostati in viale Piave per stappare una bella bottiglia di spumante.
Anche quest’anno il programma sarà ricco e variegato. L’ edizione 2019, infatti, sarà celebrata nel migliore dei modi, con un cartellone, come sempre, ricco e una moltitudine di eventi. Ieri sera il via ufficiale, ma il clou della fiera decollerà proprio in queste ore, con l’arrivo degli oltre duecentocinquanta ambulanti e la piena funzionalità delle settecentocinquanta attività presenti in fiera. Un numero impressionante, che testimonia l’unicità di una kermesse che ha ormai varcato i confini provinciali, con inevitabili benefici anche sul fronte del business. Affari d’oro, infatti, per gli espositori.
Alcuni di loro, grazie al Perdono, lavorano per tutto l’anno, considerando anche la vendita indiretta. Oltre alla merce venduta in fiera, infatti, bisogna considerare i contatti con migliaia di persone che, magari, acquistano direttamente in azienda qualche mese dopo. Ricchissimo il programma. La cittadina valdarnese si appresta infatti a vivere, come sempre, una cinque giorni intensissima tra spettacoli, eventi di varia natura, fiere e manifestazioni sportive. L’afflusso complessivo supera le trecentomila unità e la stragrande maggioranza delle persone arriva in paese in auto. Era quindi necessario trovare soluzioni al traffico e alla sosta selvaggia e gli organizzatori hanno allestito anche quest’anno un servizio di trasporto alternativo che sarà attivo nell’area della piscina. Un trenino che condurrà i visitatori nell’area fieristica. Il Perdono rappresenta non solo un momento di festa e costume, ma anche una concreta opportunità economica per gli operatori che vi partecipano e le attività commerciali locali. Si tratta infatti di un momento fondamentale per il tessuto economico terranuovese e valdarnese in genere. Ma allo stesso tempo è un momento in cui la comunità si racconta attraverso le tradizioni, l’operosità e la voglia di stare insieme.

Le immagini della cerimonia di inaugurazione