Faella. Il 161° Palio delle Contrade si disputerà il 20 ottobre

639

Il Palio di Faella, in questo 2019, raggiungerà la sua 161° edizione. Un grande spettacolo e un importante traguardo per la comunità faellese, da sempre attaccata alle sue tradizioni.
Quella faellese è la corsa di cavalli più antica della vallata, a differenza delle altre più recenti come quella di Pian di Scò o altre manifestazioni di matrice storico/folkloristica.
Quest’anno si terrà il 20 ottobre, di domenica.
Faella, da qualche anno, corre con i cavalli mezzosangue, molti dei quali provenienti dalle scuderie senesi e alcuni dei soggetti hanno corso e corrono anche in piazza del Campo.
La tradizione del Palio faellese trae la sua origine nella “Festa del Santo” con la quale, nel 1858, si celebrò la traslazione delle reliquie di San Vitalissimo nella chiesa faellese. Da quel momento, ogni anno si corre il Palio delle Contrade con i cavalli. Una corsa che si ripete da prima che l’Italia diventasse una nazione.
La giornata del Palio vedrà, dopo la presentazione dei cavalli, lo svolgimento delle batterie e la storica finale, dopo la tombola, che sarà corsa all’imbrunire.
Nel 2018 vinse il fantino Gavino Sanna su Portorose per la contrada “rossa” di Poggio di Ferro.
Sanna vinse anche il trofeo in memoria di Gino Pieralli, oltre al primo premio e al drappo messo in Palio in quella edizione. Nel 2017 lo stesso fantino aveva vinto anche il Palio di Piandiscò per la contrada di Santa Apollonia.