Luigi Rossini meccanico dell’anno del mondiale motocross

845

E’ un giovane tecnico valdarnese il “meccanico dell’anno” del campionato mondiale di motocross. Il trentenne Luigi Rossini, universalmente noto come “Cippa”, ha ricevuto il premio ad Assen, in Olanda, in occasione del gran galà che chiude la stagione iridata, in concomitanza con Motocross delle Nazioni, mondiale per squadre nazionali. Ad ufficializzare l’investitura sono stati la Youthstream, multinazionale che gestisce il campionato, e la Federazione Internazionale Motociclistica.
Nonostante la giovane età, Cippa può vantare già un lungo e prestigioso curriculum. Tutto nasce però da una straripante passione giovanile e da un infortunio “Andavo in moto – racconta Luigi – ma, a 13 anni, ebbi un incidente in cui riportai la frattura dell’omero del braccio sinistro ma soprattutto una lesione del nervo radiale che mise addirittura in dubbio la ripresa della mobilità della mano. Fu allora che mi concentrai totalmente sulla meccanica. La mattina andavo a scuola e poi mi precipitavo dal mio amico d’infanzia Giulio Ferri; insieme saltavamo a bordo di un Ape 50 e correvamo a Levane da Corrado Maddii, per gustare il fascino di un’officina vera”.

Fu proprio il patron del Team Maddii a far concretizzare il sogno di Cippa: “Avevo 17 anni e mi chiese se fossi stato disposto a lavorare con loro, mi sembrava di toccare il cielo con un dito; mi propose una settimana di prova, al termine dei sette giorni non mi disse nulla e per cinque anni sono stato nella squadra, sia come meccanico d’officina che di gara, seguendo, tra l’altro, proprio Marco nel mondiale”.
Nel 2011, alla ricerca di nuovi stimoli in un team ufficiale, Rossini è approdato alla corte di Michele Rinaldi, l’eterno rivale di Maddii, primo pilota a vincere un GP iridato nel 1980 al Miravalle di Montevarchi.
Oggi è ancora con Rinaldi e quest’anno ha seguito il pilota svizzero Jeremy Seewer nel Team Monster Energy Yamaha Factory, contribuendo al suo secondo posto nel mondiale MXGP