“Due gocce d’acqua e Montevarchi va in tilt”. L’accusa dei consiglieri comunali Ricci e Camiciottoli

335

“Due gocce d’acqua e Montevarchi va in tilt”. E’ la denuncia del gruppo consiliare di Avanti Montevarchi che domanda: “Cosa sta facendo il sindaco per mettere in sicurezza la propria città? Tagliare i fondi alle manutenzioni produce, alla lunga, questi strani e brutti effetti; senza parlare poi dell’incolumità delle persone ( vedi albero crollato in piazza della Repubblica ). Visto che ormai si ripetono da anni allagamenti alle prime piogge non riusciamo a comprendere come non ci sia stata attenzione e il necessario controllo affinché fosse stata fatta una corretta pulizia delle strade e caditoie”.
I consiglieri Paolo Ricci e Fabio Camiciottoli accusano inoltre l’amministrazione di non avere un “chiaro e serio piano di manutenzione ordinaria e straordinaria delle scuole cittadine, visto che anche oggi piove dentro la scuola di Levane”.
E puntano l’indice anche contro l’assessore ai Lavori Pubblici che, più volte sollecitato in Consiglio comunale sui temi della gestione del verde, “non solo tagli erbe ma un controllo più capillare sul patrimonio arboreo cittadino con le dovute manutenzioni e potature, della pulizia delle strade e della manutenzione, si è “nascosto” dietro discorsi fumosi, atti soltanto a mascherare inadempienze e inconcludenze che anche con gli ultimi fatti si sono palesate in modo vistoso”.
L’invito alla prima cittadina è ad adoperarsi per intervenire prontamente sul piano delle manutenzioni delle strutture pubbliche e sulla sicurezza. “Siamo disponibili – concludono i due esponenti di minoranza – a un confronto serio su questi temi, nelle sedi opportune, per valutare le necessità ed individuare le risorse. Non possiamo continuare a sperare solo sulla buona sorte”.