Giovane cineasta cavrigliese premiato al “Cinefuturafest” di Roma

412

Con il suo corto “The failure of the war” ha vinto il primo premio nella categoria “Arte e storia junior” alla prima edizione della rassegna giovanile finanziata dal MIUR. Ad aggiudicarsi il riconoscimento al “Cinefuturafest” di Roma il giovane cineasta Luciano La Valle, 16 anni, residente a Vacchereccia.
Il festival, prodotto da Accademia Artisti e da Ancei e finanziato da MIUR e MIBAC, con la direzione artistica di Steve della Casa, è dedicato a cortometraggi interamente scritti, girati e interpretati da studenti delle scuole superiori e università ed ha visto circa 200 lavori in gara, suddivisi in due fasce di età, dai 14 ai 18 e dai 19 ai 25 anni, e dedicati a tre temi per altrettante sezioni: Arte e Storia, Ambiente e Natura, Diversità e Integrazione.
Luciano La Valle aveva ottenuto la nomination nella categoria “Arte e storia junior” (studenti dai 14 ai 18 anni) per la finale, che si è svolta ieri sera, assieme a due opere corali “Il mio gioco” del Liceo Argan di Roma e “Mother” del Liceo Toschi di Parma, e la giuria, composta dal presidente Lino Banfi e da Paola Tiziana Cruciani, Eleonora Giorgi, Cinzia Th Torrini, Nino Frassica, Neri Parenti e Andrea Roncato, ha scelto la sua opera come la migliore assoluta della categoria.
Il premio è una borsa di studio per la frequenza gratuita ai corsi di Accademia Artisti a Roma.
“The failure of the war” è un corto di 11 minuti, ambientato nella linea Gotica durante la seconda guerra mondiale e le scene sono state girate nei boschi di Cavriglia, luoghi che rievocano le lotte partigiane, simbolo della storia del Comune.
L’attore principale è il cavrigliese Lorenzo Sciarradi e la ricostruzione dell’ambientazione è stata realizzata grazie al gruppo di rievocazione “Ultimo fronte 1945”.
“Per me già arrivare in finale era un traguardo importantissimo – ha commentato Luciano che ha curato sceneggiatura, regia e montaggio del corto -. Spero adesso che questa mia passione possa, grazie alla borsa di studio, trasformarsi in un lavoro.”
“I nostri complimenti come amministrazione comunale a Luciano – ha affermato il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni – per aver portato fin da giovanissimo il nome di Cavriglia alla ribalta nazionale in ambito culturale. Speriamo di poter presto mostrare il suo corto ai nostri cittadini in una cerimonia nella quale celebreremo questo eccellente risultato”.