Presentato a Palazzo d’Arnolfo “L’Utimo sopravvissuto di Cefalonia”, il libro di Filippo Boni. Ricordi e commozione

368

Il nuovo libro di Filippo Boni è stato presentato ieri pomeriggio nella prestigiosa location di Palazzo d’Arnolfo, a San Giovanni, nell’ambito della rassegna “Le Piazze del sapere”, promossa dal Comune e dalla Biblioteca Comunale, con il patrocinio della Regione Toscana, in collaborazione con Unicoop Firenze – Bibliocoop di San Giovanni Valdarno, Associazione culturale Pandora, ValdarnoCinema Film Festival, Associazione Liberarte e Accademia Musicale Valdarnese. Di fronte ad un numeroso pubblico Boni ha parlato de “L’ultimo sopravvissuto di Cefalonia”, che raccolta l’incredibile storia di Bruno Bertoldi, 101 anni, che ha vissuto i lager nazisti e i gulag sovietici. Un uomo che ha attraversato tutti gli orrori del Novecento.
Il volume è edito da Longanesi. Filippo Boni, vice sindaco di Cavriglia, giornalista e storico, studiando i percorsi compiuti dall’esercito nazista durante la seconda guerra mondiale, si è imbattuto nella straordinaria storia di Bruno Bertoldi, sergente della Divisione Acqui, che scampò miracolosamente alla strage di Cefalonia e che sopravvisse anche, da prigioniero, ai lager nazisti ed ai terribili gulag sovietici, tornando a casa solo nel Natale del 1945. In Palazzo d’Arnolfo, oltre all’autore, erano presenti il sindaco Valentina Vadi e l’assessore alla cultura Fabio Franchi, Carla Bernacchioni, presidente della sezione Soci Coop di San Giovanni, Orlando Materassi, dell’Associazione Nazionale Ex Internati e Andrea Schincaglia, viaggiatore.

Ai nostri microfoni il sindaco Valentina Vadi e l’autore, Filippo Boni