Rischio idrogeologico a Ricasoli. Dopo le piogge di questi giorni Avanti Montevarchi chiede spiegazioni alla giunta

430
immagine di repertorio

E’ stato un novembre piovoso e tra le zone del Valdarno più fragili dal punto di vista idrogeologico c’è sicuramente Ricasoli. Nell’ultimo consiglio comunale il gruppo “Avanti Montevarchi” ha chiesto alla giunta Chiassai spiegazioni in merito a quanto accaduto nell’ultimo mese.
Paolo Ricci e Fabio Camiciottoli hanno infatti dichiarato che, a seguito delle intense piogge, si sono manifestati degli scoscendimenti e scivolamenti di terreni in coincidenza agli interventi realizzati per la messa in sicurezza della scarpata.
“Infatti – hanno precisato – abbiamo notato scoscendimenti in entrambi i lati – verso San Giovanni e verso via Chiantigiana – che sono stati interessati dagli ultimi lavori eseguiti. In particolare sembrano essere interessate da dissesti anche palificate già oggetto di precedenti ripristini. I lavori sono stati eseguiti anche attraverso opere d’ingegneria naturalistica che, per rimanere efficienti nel tempo, hanno la necessità di una costante manutenzione che, a nostro parere, non sembra attuata con la giusta attenzione”.
I consiglieri hanno inoltre sottolineato che sull’area era stato attivato un sistema di monitoraggio che doveva servire per osservare e valutare i potenziali movimenti franosi legati alle fratture profonde di scivolamento presenti, a tutela e a garanzia della sicurezza dei cittadini e dei manufatti.
“Chiediamo quindi alla giunta di conoscere l’entità degli scivolamenti della frana di Ricasoli e se questi eventi abbiano in qualche modo creato problemi alle opere eseguite. Inoltre – hanno aggiunto Ricci e Camiciottoli – intendiamo conoscere le attività di manutenzione ordinaria eseguite nel corso del 2019, se i monitoraggi sono ancora in corso e quali esiti abbiano dato e di conoscere le motivazioni che stanno dietro alla mancata asfaltatura delle strade interne della frazione di Ricasoli”.