San Giovanni. Aveva strappato l’orologio dal polso di un pensionato. Identificata grazie alla videosorveglianza

880

Il 21 ottobre scorso, in pieno centro a San Giovanni, aveva rubato l’orologio di un pensionato strappandoglielo via dal polso. L’autrice del centro, una donna, è stata identificata in queste settimane grazie al sistema di videosorveglianza installato nel territorio comunale e per lei è partita la denuncia.
Sono stati i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di San Giovanni Valdarno a condurre l’attività d’indagine.
L’uomo era stato avvicinato dalla sconosciuta con banali scuse e approfittando di un momento di distrazione dell’anziano, con una mossa repentina, la ladra aveva tentato di sfilare via l’orologio -per altro di grande valore- dal polso della vittima. Accortosi del tentativo della malvivente, il pensionato aveva cercato di resisterle, ma senza esito e la donna era riuscita a darsi alla fuga con l’oggetto rubato ed a far perdere le proprie tracce. Subito dopo la denuncia presentata, i militari dell’Arma si sono adoperati per identificare la malfattrice tramite l’attenta analisi di ogni singolo fotogramma ripreso dalle telecamere di videosorveglianza cittadine installate nel Comune di San Giovanni.
Un’attività investigativa che ha permesso di identificare la donna, una pregiudicata di origini romene, con diversi precedenti a carico proprio per la stessa tipologia di reato.
Le immagini poi sono state confrontate con delle foto d’archivio e mostrate al derubato che ha immediatamente riconosciuto la rumena, per la quale oltre alla denuncia, i Carabinieri hanno anche richiesto il “foglio di via obbligatorio”, provvedimento amministrativo che, per tutelare l’ordine e la pubblica sicurezza, impedirà alla donna di tornare a San Giovanni Valdarno nei prossimi anni.