Pierazzi sollecita interventi di sostenibilità ambientale nelle scuole sangiovannesi. “Con i soldi dei parlamentari 5 Stelle”

441

Parte dei soldi ricavati dalle restituzioni degli stipendi dei parlamentari 5 Stelle destinati alle scuole sangiovannesi. Il capogruppo pentastellato di San Giovanni Tommaso Pierazzi ha lanciato un appello alle direzioni scolastiche della città, non prima di aver ricordato che i deputati e senatori del Movimento hanno messo a disposizione 3 milioni di euro. Soldi che andranno a favore di progetti che portino nelle scuole italiane il tema della sostenibilità ambientale.
“I fondi – ha aggiunto – saranno distribuiti su base regionale. Per la Toscana ci sono 141.506 euro”. Per usufruire del contributo, entro il 15 gennaio ogni scuola pubblica dovrà presentare un proprio progetto che dovrà avere una delle seguenti finalità: riduzione dell’impronta ecologica, interventi di messa in sicurezza dei locali scolastici, mobilità sostenibile, percorsi formativi, rigenerazione degli spazi scolastici, giornate per la sostenibilità. Successivamente avverrà la votazione on line che determinerà quale scuola riceverà i 10.000 o 20.000 euro disponibili a seconda della tipologia di intervento programmato”.
“Vogliamo dare il nostro piccolo contributo al miglioramento della qualità della vita e della didattica nei nostri istituti scolastici – ha detto Pierazzi – e auspichiamo che siano tanti i dirigenti scolastici del territorio locale a voler aderire presentando un progetto. Diverse le iniziative che potranno ricevere la donazione: dall’installazione dei pannelli fotovoltaici alla rimozione dell’amianto, dall’orto scolastico all’eliminazione della plastica, dalla piantumazione di alberi alla realizzazione di una rampa per gli alunni con disabilità motoria, solo per fare qualche esempio”.
Il capogruppo dei 5 Stelle ha sottolineato che il Movimento non pretende alcun tipo di contropartita o di visibilità da questa campagna e nessuna scuola sarà chiamata a partecipare attivamente ad eventi di natura politica. Né saranno richieste forme di pubblicizzazione dell’iniziativa.
“Il nostro obiettivo e usare bene i soldi che restituiamo ai cittadini e sostenere grazie a questi soldi piccoli ma preziosi interventi utili a garantire la sicurezza, la qualità degli spazi e la sensibilizzazione dei nostri ragazzi. I Dirigenti scolastici di ogni istituto – ha concluso – hanno ricevuto da me tramite mail tutte le informazioni necessarie. Ovviamente rimango a disposizione per qualsiasi delucidazione futura in merito all’argomento”