mercoledì, Novembre 30, 2022

Questo venerdì sciopero dei treni. Disagi e disservizi anche nella tratta valdarnese

Sciopero dei treni in Toscana. Disagi in vista questo venerdì per i pendolari valdarnesi. La protesta è stata indetta da Filt, Uit e Uilt regionali. Si tratta dello sciopero annunciato per lo scorso venerdì 29 agosto, che era stato poi rimandato. L’agitazione scatterà dalle ore 9 alle ore 17 ma si potrebbero registrare treni in ritardo e disservizi anche prima o dopo l’orario di astensione dal lavoro.

“L’adesione allo sciopero potrebbe essere consistente, e non è detto che il primo treno diretto, il Roma delle 17.09, parta”- Lo afferma Maurizio da Re, responsabile del comitato pendolari direttissima – “Dipende se c’è il treno disponibile, il cd “materiale rotabile” in stazione. Essendo uno sciopero regionale i treni da e per Foligno potrebbero viaggiare se il personale Trenitalia fosse umbro” – prosegue Da Re – “Un’alternativa alla macchina potrebbe essere la SITA con partenze dal capolinea vicino alla stazione o lungo i viali, ma ci mette oltre un’ora per arrivare a Figline e quasi due ore per S.Giovanni e Montevarchi”.

I sindacati motivano l’astensione dal lavoro con le “aggressioni” subite negli ultimi mesi dal personale di Trenitalia puntualizzando sul tema sicurezza. Intanto di sicurezza sui convogli si è parlato in un incontro in Prefettura a Firenze. I sindacati di dipendenti delle Ferrovie chiedono “Maggior impegno del personale a bordo dei treni, sia delle Forze dell’Ordine che di RFI e Trenitalia. Più videosorveglianza, sia sui vagoni che nelle stazioni. Monitoraggio e mappatura dei treni maggiormente a rischio ed estensione del sistema di controllo nelle stazioni prima dell’accesso ai binari”.