28 Maggio 2020 - 16:26
More

    Meleto e Terranuova piangono Francesca

    Una tragedia. Una morte difficile da spiegare e da accettare, sia per come è arrivata, sia perché ha colpito una donna di appena 37 anni, in perfetta salute, stimata e benvoluta da tutti. Si chiamava Francesca Papi la giovane morta nel primo pomeriggio di oggi, a Meleto Valdarno, per un rigurgito di cibo che le ha provocato un arresto cardiorespiratorio. E’ davvero incredibile quello che è accaduto in questa piccola frazione del comune di Cavriglia, spezzata dal dolore in una domenica di inizio settembre. Tutto si è consumato all’interno di una villetta a schiera. Francesca aveva appena pranzato con il suo compagno e dopo aver mangiato, si era messa a riposare sul divano di casa, per rilassarsi, in attesa magari di uscire per trascorrere qualche ora all’aria aperta, come avviene sovente nelle giornate di festa. Improvvisamente ha avuto un importante rigurgito. Il cibo le ha invaso totalmente le vie aeree e poi i polmoni, provocando un arresto respiratorio che ha portato ad un successivo arresto cardiaco. Il compagno della donna, sotto choc, ha tentato di aiutarla e ha chiamato i soccorsi. Sul posto si sono portati i sanitari del 118 che si sono subito resi conto della gravità della situazione. Hanno cercato in tutti i modi di salvare la vita alla giovane donna, ma purtroppo non ce l’hanno fatta. L’arresto cardiaco, infatti, le è stato fatale. Inutile immaginare le scene di disperazione del compagno e dei familiari e lo sgomento dei vicini di casa della coppia, che abitava da qualche anno in questa frazione del comune di Cavriglia. Francesca, tra l’altro, non soffriva di alcuna patologia e questa morte repentina è davvero difficile da comprendere e, soprattutto, da accettare. La notizia, nel giro di pochi minuti, ha fatto il giro del paese. Meleto ha poche centinaia di abitanti e tutti si conoscono. Molti sono usciti di casa per chiedere cosa fosse successo e per informarsi sulla dinamica dei fatti. Ma un’altra cittadina valdarnese è rimasta sotto choc: Terranuova Bracciolini. Francesca Papi, infatti, era originaria di Terranuova, dove la famiglia è conosciuta e apprezzata. Tra l’altro ha lavorato per lungo tempo in una tabaccheria del centro, prima di spostarsi a Figline Valdarno in un grande centro commerciale, dove era tuttora impiegata. Gli amici la ricordano come una ragazza splendida e solare, sempre disponibile e piena di vitalità. La dinamica di quanto accaduto è stata chiarita definitivamente a metà pomeriggio. Inizialmente si era pensato ad un boccone di traverso durante il pranzo domenicale. Invece, in base alla ricostruzione del personale del 118, giunto sul posto con un’autombulanza e l’automedica, la donna si è sentita male dopo aver mangiato, in fase di digestione. La salma di Francesca Papi è stata trasportata alla Cappella della Misericordia di Terranuova, suo paese natale, e nelle prossime ore saranno in tanti a volerla salutare per l’ultima volta. Non dimenticando il suo sorriso e la sua contagiosa voglia di vivere.

    Marco Corsi
    Direttore Responsabile