martedì, Maggio 17, 2022

Elezioni 2016 a Montevarchi. Giorgio Valentini chiede a Grasso e al Pd di scoprire le carte

Mancano otto mesi alle elezioni amministrative nel comune di Montevarchi e le macchine iniziano a mettersi in moto. C’è però una calma apparente, che un autorevole esponente della sinistra montevarchina, e sindaco della città per due legislature, ha deciso di “squarciare”. E’ Giorgio Valentini, che in queste ore è uscito allo scoperto, chiedendo a Grasso e al Partito Democratico di fare la prima mossa, come in una partita di poker. “Penso che coloro che debbano far partire ”il gioco” siano il Pd e il Sindaco in carica – ha scritto pubblicamente Valentini – .  Grasso deve dire se intende o no ricandidarsi, poiché se intende ricandidarsi il Pd  la sua assemblea comunale si deveono esprimere se fare primarie o no. Il Pd – ha continuato l’ex primo cittadino – deve scegliere se riproporre Grasso direttamente  oppure attendere le sue scelte. Sarebbe opportuno a mio avviso che avessero una strada condivisa”. Valentini ha poi sottolineato come il Partito Democratico debba sciogliere i nodi delle alleanze, anche perchè la recente vittoria di Ghinelli ad Arezzo sta a significare che niente può essere dato per scontato. ” A Montevarchi i problemi politici da sciogliere in realtà sono molti  – ha continuato Giorgio Valentini –  e alcuni derivano dal passato,  compreso le elezioni scorse nelle quali è stato protagonista Grasso . Dovrà proporre un idea di città e di relazione con il territorio del domani . Dall’altro lato il Pd  dovrà anche dire come intende scegliere e supportare il proprio candidato; se fare o non fare le primarie, di partito o di coalizione. Questione non di poco conto. Sarà poi importante tracciare un profilo del candidato che sia coerente e credibile con i suoi contenuti programmatici”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile