5 Dicembre 2020 - 00:55

Cavriglia rievoca la “Cena del Minatore”. Al Museo Mine tavolata come ai vecchi tempi

E’ un’iniziativa simpatica e singolare quella organizzata per il 19 settembre dal comune di Cavriglia. Una cena che prenderà spunto dalle abitudini gastronomiche dei vecchi minatori. “La Cena del Minatore”, questo il titolo dell’evento, non poteva che essere organizzato al Museo Mine di Castelnuovo dei Sabbioni, il luogo simbolo dell’antica tradizione mineraria. Nei primi anni chi lavorava nelle cave di lignite trascorreva gran parte della giornata sottoterra ed è lì che si consumava il pasto quotidiano. Un pasto a base di prodotti fatti in casa come pane, formaggio, insaccati. Nella seconda metà del Novecento i lavoratori cambiarono radicalmente modo di lavorare e dalle miniere in sotterraneo si passò a quelle a cielo aperto. Nacquero così le mense aziendali. Antiche tradizioni che saranno ripercorse sabato prossimo grazie anche alla presenza dello storico Giorgio Sacchetti, che parlerà del rapporto tra cibo e miniera. Poi, la libagione a base di timbello di diccia secca (rigatina), ovosodo e pecorino secco, polpette di patate con aglio e prezzemolo, coniglio in umido con cipolla rossa cotta in forno e schiacciata alla fiorentina

Marco Corsi
Direttore Responsabile