giovedì, Dicembre 8, 2022

Lunedì di Perdono a Terranuova. In centomila per la Fiera degli Uccelli. Oggi gran finale

E’ stato un Perdono da record, sotto tutti gli aspetti. In primis per le presenze, addirittura superiore a quello dello scorso anno, quando in occasione dell’edizione numero 400 si toccarono livelli altissimi. E poi per gli affari. Naturalmente non abbiamo dati certi, ma la soddisfazione di gran parte degli operatori appare palese. I classici panini con la porchetta sono andati a ruba, ma molti altri ambulanti possono archiviare la manifestazione con un bilancio positivo. Tutto esaurito sia nel week end sia nella giornata odierna, quando la 401esima edizione della Fiera degli Uccelli ha convogliato su Terranuova oltre centomila persone. Parcheggi pieni e auto in sosta anche lungo la circonvallazione. Molti sono stati costretti a parcheggiare l’auto a molti km di distanza e per gli uomini della polizia municipale, coadiuvati per l’occasione dai volontari della Protezione Civile, non è stato facile gestire l’enorme mole di traffico. Ma non si sono registrati grossi problemi. Oggi come ricordavamo è stata la giornata dedicata ai pennuti. Scuole, fabbriche e uffici, per un giorno, hanno chiuso le porte e tutte le attenzioni si sono spostate sulla Fiera Nazionale degli Uccelli. La gara di canto ha esaltato le doti di cantori provenienti da tutta Italia che hanno imitato il tordo botaccio, il tordo sassello, il merlo, la cesena, l’allodola, il passero e il fringuello. Il fischio d’oro 2015 è stato assegnato al veneto Giorgio Rizzo, un habitué della grande kermesse terranuovese. Nel pomeriggio la tombola dell’Avis e la premiazione della migliore porchetta in fiera, con il premio assegnato dal Macellaio Poeta Dario Cecchini, legato da molti anni a Terranuova. Nei cinque giorni di fiera, vengono vendute in media dalle cinquecento alle seicento porchette, per un incasso complessivo che può sfiorare i due milioni di euro. Cifra spaventosa, che testimonia l’importanza di una kermesse che ha ormai superato i confini locali. Domani sarà il giorno di chiusura. Il martedì, tradizionalmente, è dedicato allo sport e in particolar modo al ciclismo. Alle 13.00 infatti, dal viale Europa, partirà la gara ciclistica internazionale dilettanti elite under 23 denominata Ruota D’Oro. Una competizione di altissimo livello, cui prenderanno parte moltissimi corridori provenienti da tutta Italia. L’arrivo è previsto per le ore 17.00. In serata spazio alla musica, con il concerto della Filarmonica Giuseppe Verdi e ai tradizionali fuochi artificiali, che chiuderanno, come sempre, non solo il Perdono di Terranuova, ma la lunga scia dei Perdoni di tutto il Valdarno. Poi, sarà tempo di bilanci, ma alla Pro Loco si pregustano numeri record. Difficile dire se sia stato abbattuto il muro delle trecentomila persone. Secondo stime ovviamente non ufficiali, tra sabato sera, domenica e lunedì Terranuova è stata presa d’assalto da almeno duecentomila persone. Le condizioni climatiche, ovviamente, hanno pesato in positivo. A parte qualche nube minacciosa nella giornata di ieri, i cinque giorni di fiera sono stati contraddistinti da bel tempo e temperature tutto sommato miti.

 

[images_grid auto_slide=”no” auto_duration=”1″ cols=”six” lightbox=”yes” source=”media: 10809,10808,10807,10806,10805,10804,10803,10802,10800,10798,10797,10796,10789,10790,10791,10792,10793,10794,10795,10788,10787,10786,10785,10784,10783,10782,10774,10777,10779,10781,10780″][/images_grid]

Le immagini della Fiera, con la gara di imitazione del canto degli uccelli e del successivo convivio presso un noto ristorante della zona, alla presenza degli organizzatori e delle autorità

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile