domenica, Novembre 27, 2022

Meningite. L’assessore regionale Saccardi scrive alle Asl toscane. “Vaccinare chi ne fa richiesta entro venti giorni”

Chi chiede di essere vaccinato contro la meningite C deve sottoporsi al trattamento entro venti giorni dalla richiesta. A chiederlo, con una lettera ufficiale fatta recapitare questa mattina ai commissari delle tre grandi Asl toscane l’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi. Le aziende sanitarie sono state “invitate” a mettere in atto tutte le azioni possibili e utili per rispettare i tempi. “Il ripetersi di casi di meningite sta creando allarmismo nella popolazione toscana – ha detto l’assessore – ed è quindi necessario dare risposte certe, in particolare con lo strumento più efficace di prevenzione sul lungo termine e cioè la vaccinazione specifica”. Nella lettera la Saccardi ha ricordato che la Regione ha già dato, con una serie di delibere, indicazioni precise sulle modalità di offerta del vaccino tetravalente antimenigococcico, e che l’obiettivo prioritario è la copertura dei giovani nella fascia di età 11-20 anni. Dalla Regione hanno poi sottolineato che nelle ultime settimane, dopo il rallentamento del periodo estivo e nuovi altri casi di sepsi, si sta registrando un’ondata di richieste di vaccinazione, che impone una pronta ed efficiente risposta dal parte del sistema sanitario regionale. Quindi è necessario che tutti i soggetti aventi diritto la vaccinazione effettuino il trattamento entro il termine massimo di 20 giorni dalla richiesta. Occorre inoltre verificare che i medici e i pediatri che hanno dato l’adesione alla campagna vaccinale garantiscano realmente le vaccinazioni e si adoperino con i propri assistiti per l’offerta attiva. Spetterà ad ogni Asl controllare l’effettiva copertura vaccinale dei propri assistiti. La Regione effettuerà dei controlli a campione presso i centri di prenotazione per verificare il rispetto di queste disposizioni.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile