28 Ottobre 2020 - 06:27

Procedono speditamente i lavori al nuovo Teatro Bucci. Ad inizio anno l’inaugurazione?

Il rinnovato teatro Bucci potrebbe essere inaugurato nei primissimi mesi del 2016. I lavori, infatti, procedono senza intoppi e il comune di San Giovanni, questo mese di ottobre, getterà le basi per il nuovo cartellone teatrale, che sarà concentrato nell’ultima parte della stagione canonica. Al contrario di quello che è avvenuto con l’ex Casa del Fascio, l’intervento di ristrutturazione dello storico edificio di Corso Italia sta pienamente rispettando le tempistiche anche se, ovviamente, progetti di ristrutturazione come questi necessitano spesso di piccole varianti in corso d’opera. L’amministrazione Viligiardi sta decidendo, in questi giorni, se mettere in calendario la stagione teatrale. Entro la fine di questo mese ci sarà un incontro con la Fondazione Toscana Spettacolo, che organizza i vari eventi, e in quell’occasione sarà presa una decisione definitiva. L’intenzione è quella di concentrare gli appuntamenti da febbraio a maggio, in modo da battezzare il nuovo Bucci nel migliore dei modi. Una storia, quella del nuovo teatro che parte dal lontano 2009 quando il comune di San Giovanni acquistò lo stabile, inserendolo poi all’interno di un ambizioso progetto di polo culturale integrato che prevedeva la ristrutturazione dell’ex Palazzo del Fascio e dello storico cinema di Corso Italia, grazie ad un finanziamento di circa quattro milioni di euro erogati dalla Regione Toscana. Soldi necessari per dotare la città di un nuovo spazio bibliotecario, ricavato all’interno dell’ex Casa del Fascio e un nuovo, moderno, teatro. Dopo alcune modifiche al progetto iniziale, che prevedeva la realizzazione di un centro polifunzionale proprio all’interno del Bucci, si è optato per un recupero che non stravolgesse completamente l’architettura dell’edificio. Un edificio di grande pregio. Tempi stretti, dunque, per restituire, all’inizio del 2016, , il teatro ai sangiovannesi. Gli interventi prevedono soprattutto un accurato restyling del foyer, dei camerini e dei bagni. Previsto anche l’acquisto di un nuovo service di mix audio e video e la ricostruzione della parte scenica dell’edificio teatrale più importante della città del Marzocco. Il Bucci venne eretto nel 1949. Inizialmente era ad esclusivo utilizzo degli amanti del cinema. Poi, a metà degli anni sessanta furono eseguiti gli interventi necessari per consentire lo svolgimento di spettacoli dal vivo. Si trasformò così in cinema-teatro. Ha una capienza di oltre settecento posti a sedere.

Marco Corsi
Direttore Responsabile