domenica, Novembre 27, 2022

Una comunità scossa per la rapina di Poggio Bagnoli. La sindaca Neri chiederà maggiori controlli delle forze dell’ordine

E’ un paese sotto choc Pieve a Presciano. Questo agglomerato di case a due passi da Pergine Valdarno è stato, suo malgrado, protagonista di un raid di cui nessuno, da queste parti, ha ricordanza, anche per le modalità con le quali è stato messo a segno. La rapina ai danni dell’imprenditore edile e della sua famiglia, insomma, ha lasciato tutti sconcertati, compreso la sindaca Simona Neri che però, considerato la carica che ricopre, non si limiterà allo sconcerto. Dopo aver espresso la vicinanza dell’amministrazione non solo alla famiglia di Poggio Bagnoli ma anche agli altri cittadini che, negli ultimi tempi, hanno subito furti, la Neri ha ricordato che, a parte il danno economico, questi atti generano soprattutto un gigantesco disagio psicologico, a tutti quanti. A coloro che li vivono in prima persona e a tutti gli altri che si sentono minacciati e temono per la sicurezza dei propri cari.” Così come già effettuato in precedenza, in occasione dello sciame di furti verificatisi a Cavi – ha aggiunto la sindaca -, sollecitero’ di nuovo Prefettura e Questura per intensificare i controlli indistintamente nell’area urbanizzata ed in quella rurale. Abbiamo bisogno e chiediamo protezione da parte degli organi di competenza”.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile