martedì, Maggio 17, 2022

Si spaccia volontario della Croce Azzurra di Reggello chiedendo ad un’anziana soldi per un bimbo malato. Denunciato

L’episodio è grave già di per se, ma è ancora più squallido se si pensa che, per raccattare un po’ di soldi, si è addirittura inventata la malattia di un bambino. Un gesto inqualificabile quello che ha avuto come protagonista un aretino di 46 anni, denunciato in stato di libertà dai carabinieri della compagnia di Figline Valdarno per tentativo di truffa ai danni di una 78enne di Reggello.  Il fatto è accaduto alcuni giorni fa, quando l’anziana ha ricevuto una telefonata. Dall’altro capo della cornetta  un uomo che si è presentato  come un  incaricato dell’associazione di volontariato “Croce Azzurra” di Reggello,  che le ha proposto una donazione in denaro finalizzata a curare un bambino affetto da grave patologia. La donna ha risposto che, trattandosi di una buona causa, avrebbe corrisposto la somma  di 20 euro. Ma qualche dubbio sulla veridicità della richiesta è venuto alla 78enne che ha quindi deciso di avvisare i carabinieri della locale stazione. I militari hanno avviato una mini indagine e hanno accertato che i responsabili della locale “Croce Azzurra” non avevano avviato alcuna raccolta. Così, quando il truffatore si è presentato presso l’abitazione della vittima, ha trovato una bella sorpresa. Ovvero, i carabinieri, che hanno provveduto a denunciarlo.

Marco Corsi
Direttore Responsabile