lunedì, Novembre 28, 2022

L’ex assessore Sbarriti si schiera a favore della fiaccolata per il Serristori e lancia dure accuse al Pd e alla giunta Mugnai

E’ stato assessore sotto la legislatura Nocentini e oggi, analizzando l’argomento Serristori, non si riconosce più nell’attuale partito di maggioranza e nella giunta Mugnai. Danilo Sbarriti, rappresentante di Sel in Valdarno Fiorentino, si è schierato apertamente a favore della fiaccolata del 30 ottobre prossimo. La cittadinanza sfilerà per le vie di Figline a sostegno dell’ospedale cittadino, che rischia un forte declassamento. Dopo aver invitato tutti a prender parte alla manifestazione, Sbarriti ha poi lanciato una serie di strali al Pd e all’attuale governo cittadino, accusato di voler sabotare un appuntamento così importante. “Sembra passato un secolo dal 15 Ottobre 2013 quando 1.500 cittadini sfilavano per le vie di Figline in difesa del presidio ospedaliero – ha detto l’ex assessore -. Un popolo compatto intorno alle proprie istituzioni, con il testa il sindaco. Io ero li come cittadino e come amministratore orgoglioso del ruolo e della vicinanza di tante persone come me. Oggi è tutto cambiato – ha aggiunto polemicamente Sbarriti – , le istituzioni rimangono arroccate nelle proprie sedi, il partito di maggioranza fa comunicati, sminuendo la gravità della situazione e giustificando improbabili promesse e continui rimandi di interventi da parte della Regione Toscana. Intanto il depotenziamento continua inarrestabile”. Per l’esponente di Sel è quindi arrivato il momento di agire senza timori reverenziali, senza farsi convincere che basta la presenza di pochi minuti di un assessore regionale a Figline ad invertire la rotta ” perché, purtroppo, non è così”. Danilo Sbarriti ha infine invitato gli altri ex amministratori a partecipare alla fiaccolata. “Sarebbe un atto di coerenza e rinnovato attaccamento al nostro presidio ospedaliero – ha concluso – ed una vicinanza alle tantissime persone che faranno riuscire questo importante appuntamento come e forse meglio di due anni fà”.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile