domenica, Dicembre 4, 2022

Il Comitato di difesa della sanità pubblica sulla fiaccolata per il Serristori. “Iniziativa riuscita. Ma non abbassiamo la guardia”

La manifestazione di ieri sera a difesa dell’ospedale Serristori di Figline ha avuto un ottimo successo, ma nessuno deve commettere l’errore di pensare che da domani tutto cambierà. Non bisogna abbassare la guardia. A sostenerlo il Comitato di difesa della sanità pubblica del Valdarno Fiorentino “Associazione 99%”, che era presente, questo venerdì, per le strade di Figline insieme ad un altro migliaio di persone. “La fiaccolata di ieri sera – ha detto il comitato – è stata una bella manifestazione di unità in nome di un diritto alla salute che viene sistematicamente violato ogni giorno attraverso una politica scellerata da parte del governo regionale, che ha intravisto nel trasferimento dei servizi dalla zone periferiche a quelle urbane il giochino perfetto per realizzare il risparmio di spesa imposto dal Governo Centrale”. L’associazione 99% ha però ricordato a tutti che la manifestazione di ieri ha testimoniato che la volontà del popolo è quella di opporsi allo smantellamento di un servizio pubblico verso il quale i cittadini del Valdarno Fiorentino guardano per la tutela della propria salute. “Non bastano le fiaccolate e le dichiarazioni di intento – hanno aggiunto i responsabili del comitato – ma occorre far partire subito un processo culturale che dia ai cittadini quegli strumenti di conoscenza, in modo che possano agire con consapevolezza nella difesa dei loro diritti”. L’associazione a difesa della sanità pubblica, dopo aver ricordato che adesso si concentrerà sulla campagna referendaria che vuole abolire la legge regionale in materia, ha ringraziato i Cobas e in particolare Andrea Calò per il successo della manifestazione di ieri sera.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile