martedì, Maggio 17, 2022

Ritrovati altri quindici quadri rubati lo scorso mese di ottobre a Mario Rigli. L’artista in Questura ad Arezzo per il riconoscimento

Domenica scorsa ne aveva recuperati due. Oggi pomeriggio ne ha ritrovati un’altra quindicina. E’ stata una settimana da ricordare per il noto artista terranuovese Mario Rigli che a fine ottobre, in una casa di campagna sulle colline di Terranuova, aveva subito il furto di decine di dipinti, tutti di sua proprietà. Due di questi erano esposti alla Fiera Antiquaria di Arezzo e quattro giorni fa, in seguito all’intervento della Polizia, sono stati riconsegnati, in custodia, al legittimo proprietario. Questo giovedì una nuova sorpresa. Rigli ha infatti ricevuto una chiamata dalla Questura che lo invitava a recarsi quanto prima ad Arezzo. Giunto sul posto, gli agenti gli hanno chiesto, innanzitutto, di ricostruire con esattezza quello che era successo il mese scorso, elencando, nel dettaglio, tutto il materiale che gli era stato trafugato e mettendo agli atti una nuova denuncia. Poi gli hanno fatto vedere una serie di foto di dipinti che erano stati sequestrati. Rigli, sfogliando le pagine, ha riconosciuto almeno quindici quadri che erano spariti quella notte nella casa di campagna delle Gangherete, tra cui un pezzo di grande pregio “Letizia al mare” di Michele Viciani (nella foto) e una tavola dell’800 che custodiva gelosamente nella sua casa di Terranuova, per un valore complessivo di circa 8000 euro. “Mancano ancora molti pezzi – ha detto visibilmente soddisfatto -, ma è già un inizio. Voglio ringraziare la polizia, che è stata davvero efficiente”. Gli agenti gli hanno comunicato che quando il materiale sarà dissequestrato potrà essere restituito al legittimo proprietario. Per adesso l’artista terranuovese si deve accontentare di averli ritrovati. E non è poco….

Marco Corsi
Direttore Responsabile