lunedì, Novembre 28, 2022

Vaccini anti meningite. Ha risposto all’appello il 50% dei giovani tra gli 11 e i 20 anni e solo il 10% degli adulti. I numeri della Asl 8

La Asl 8 ha tracciato un primo bilancio sulle vaccinazioni anti meningococco C, la terribile meningite che lo scorso mese di aprile, in Valdarno, ha ucciso la giovane sangiovannese Anna Limongello. Nell’aretino si sono sottoposti al trattamento il 52% dei giovani tra gli 11 e i 20 anni e solo il 12% dei pazienti tra i 21 e i 45 anni. Risposta quindi discreta, anche se non eccezionale, dei ragazzi, assolutamente insufficiente da parte degli adulti. Ma c’è ancora tempo. Mancano infatti 55 giorni al termine del periodo fissato per la vaccinazione gratuita. E dalla Asl8, è partito un nuovo appello pressante affinché tutti aderiscano a questa campagna vaccinale. Per gli under 45, è bene ribadirlo, il trattamento sarà gratuito fino al 31 dicembre. Per le altre fasce di età, considerate meno a rischio è possibile vaccinarsi ma in regime di co-pagamento, cioè con il pagamento del ticket. Tornando ai numeri, fino al 30 settembre si erano vaccinati contro la meningite C 28.759 ragazzi tra gli 11 i 20 anni, pari al 52% del totale e appena 99.998 soggetti con un’età compresa tra i 21 e i 45 anni, pari al 12%.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile