lunedì, Febbraio 6, 2023

Cavriglia. I 5 Stelle chiedono di attivare il baratto amministrativo e di aderire al progetto degli orti sociali

Il Movimento 5 Stelle di Cavriglia presenterà, al prossimo consiglio comunale, una serie di mozioni legate a temi di natura sociale ed economica. Nello specifico i pentastellati hanno protocollato un documento con il quale chiedono dall’amministrazione Sanni di attivare il cosiddetto “baratto amministrativo”, istituito di recente anche a Terranuova. E’ la cessione di manodopera in cambio di un risparmio in termini tributari e rappresenta una delle novità più interessanti contenute nel cosiddetto “Decreto Sblocca Italia” del Governo. Tramite il baratto i cittadini, se lo vorranno, potranno cimentarsi in interventi di manutenzione ordinaria, pulizia e vigilanza di parchi, giardini, aiuole e luoghi pubblici, assistenza alle scolaresche, e altre mansioni tutte da definire. In cambio, l’amministrazione comunale garantirà a coloro che decideranno di aderire all’iniziativa, in base all’impegno e al tempo dedicato, un riconoscimento economico da scalare dal pagamento di tributi che saranno di seguito identificati. Ma al prossimo parlamentino cavrigliese i 5 Stelle presenteranno un’altra mozione. La Regione Toscana, con una delibera del 19 ottobre scorso ha avviato un procedimento che consentirà ai comuni del Granducato di poter realizzare, nel proprio territorio, orti sociali comunali. ” Il nostro comune è dotato fortunatamente di ampi spazi verdi – hanno detto i grillini – , quindi aderisca al progetto! La realizzazione di orti sociali richiederebbe un limitato investimento di risorse e sarebbe utile per consentire alle famiglie di risparmiare; inoltre la creazione di nuovi orti riqualificherebbe sicuramente le aree identificate a tale scopo”. I pentastellati, poi, si sono mossi in altre direzioni, chiedendo la copia del CD contentente le mappe della rete fognaria e dei collettori fognari di raccordo al depuratore. Un documento digitale che Publiacqua ha consegnato al comune di Cavriglia “e che sarebbe molto utile visionare visti i problemi che vari cittadini lamentano in merito a questo argomento”. Altra proposta che sarà portata all’attenzione dei consiglieri, la possibilità di effettuare le riprese del consiglio comunale, in modo da garantire ai cittadini un servizio podcasting grazie al quale poter assistere alle sedute consiliari anche da casa e in qualsiasi momento. Infine i grillini, con un interpellanza, sono tornati sulla questione dell’eternit presente nei capannoni dell’ex Mobilextra di Vacchereccia. ” Il sindaco – hanno detto – aveva prodotto, parecchi mesi fa, un’ordinanza verso i proprietari dell’immobile che li obbligava a designare, a carico della proprietà, un responsabile con compiti di controllo del materiale amianto e di effettuare una valutazione sullo stato di conservazione e sui rischi connessi. Ad oggi – hanno concluso i 5 Stelle – non vi sono notizie riguardo all’argomento”.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile