29 Ottobre 2020 - 03:06

Spacciava cocaina a due studenti. Arrestato ivoriano a Montevarchi

L’operazione è scattata nel primo pomeriggio di ieri nei pressi della stazione ferroviaria di Montevarchi, in un orario nel quale la presenza di studenti pendolari è consistente. Il blitz, portato a termine dalla Guardia di Finanza di San Giovanni Valdarno, non è fine a se stesso ma fa parte di un servizio a largo raggio predisposto su precise direttive emesse dal Comando Provinciale di Arezzo. L’obiettivo è quello di reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti nei confronti degli studenti, che generalmente vengono avvicinati dai malintenzionati quando entrano o escono da scuola. Ieri è andata proprio così. Nel pomeriggio le Fiamme Gialle hanno infatti notato che un cittadino della Costa D’Avorio stava vendendo una dose di cocaina a due ragazzi, di cui uno minorenne. Gli studenti erano stati avvicinati nei pressi della stazione ferroviaria di Montevarchi. L’intervento dei finanzieri ha stroncato sul nascere il tentativo di spaccio. La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire altre undici dosi di cocaina che l’africano aveva in tasca. Ovviamente è scattata anche la perquisizione domiciliare. Sequestrati, in questo caso, oltre 150 grammi di polvere bianca suddivisa in 32 dosi e 11 ovuli, 3,75 grammi di hashish, 2 bilancini di precisione e 7.750,00 euro in contanti (suddivisi per lo più in tagli da 100 e 50 €) provento dell’attività di spaccio, nonché altro materiale che è tutt’ora al vaglio delle Fiamme Gialle. La droga sequestrata avrebbe fruttato all’ivoriano oltre 15.000 euro. L’uomo è stato ovviamente arrestato e portato in carcere ad Arezzo. I due ragazzi, entrambi italiani, sono stati invece segnalati alla Prefettura. La Guardia di Finanza ha tenuto a precisare che l’operazione ha consentito da un lato di garantire più sicurezza sul territorio, nell’ambito del tavolo interistituzionale predisposto dalla Prefettura, dall’altro ha permesso di interrompere un’attività di spaccio che vede sempre più vittime tra i ragazzi in età adolescenziale.

Marco Corsi
Direttore Responsabile