domenica, Gennaio 29, 2023

Nuovo Teatro Bucci. Pavimento in legno con cupoline anti umidità e nuove tecnologie per il palco. A febbraio fine dei lavori

Febbraio sarà il mese del rinnovato Teatro Bucci. Ad annunciarlo è stato direttamente il sindaco di San Giovanni Maurizio Viligiardi, che ha ribadito l’intenzione del governo cittadino di dedicare un’intera giornata all’inaugurazione del nuovo centro teatrale, con una cerimonia in grande stile. Il crono programma è rispettato e in questi mesi, tra l’altro, sono stati effettuati alcuni interventi che non erano previsti nel progetto originario, come ad esempio la pavimentazione in legno. Sarà fatta, ma contestualmente verranno installate alcune cupoline che ridurranno l’umidità e isoleranno il pavimento. Altri lavori “extra” hanno poi riguardato il cavidotto della cabina di regia, e sono state predisposte nuove apparecchiature per il palco. A fine febbraio del 2016 la fine dei lavori. A quel punto l’amministrazione comunale deciderà se mettere comunque in piedi una mini stagione teatrale o se rimandare il tutto al successivo mese di settembre, con un cartellone che si preannuncia ricchissimo. Una decisione in tal senso sarà presa con la Fondazione Toscana Spettacolo, con la quale la giunta Viligiardi ha in programma un incontro, che si terrà probabilmente prima di Natale. “Una cosa è certa – ha detto il sindaco – Riconsegneremo alla cittadinanza una struttura di altissimo profilo e per questo predisporremo una grande inaugurazione. Come è giusto che sia, dato che parliamo di un edificio che ha fatto la storia della nostra città”. La proprietà del Bucci passò al comune di San Giovanni nel 2009 e fu inserito all’interno di un ambizioso progetto di polo culturale integrato che prevedeva la ristrutturazione dell’ex Palazzo del Fascio e dello storico cinema di Corso Italia, grazie ad un finanziamento di circa quattro milioni di euro erogati dalla Regione Toscana. Soldi necessari per dotare la città di un nuovo spazio bibliotecario, ricavato all’interno dell’ex Casa del Fascio e un nuovo, moderno, teatro. Dopo alcune modifiche al progetto iniziale, che prevedeva la realizzazione di un centro polifunzionale proprio all’interno del Bucci, si è optato per un recupero che non stravolgesse completamente l’architettura dell’edificio. I lavori prevedono soprattutto un accurato restyling del foyer, dei camerini e dei bagni. Previsto anche l’acquisto di un nuovo service di mix audio e video e la ricostruzione della parte scenica dell’edificio teatrale più importante della città del Marzocco. Il Bucci ha una capienza di oltre settecento posti a sedere.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile