martedì, Febbraio 7, 2023

I consigli comunali di Cavriglia e San Giovanni sciolgono definitivamente l’Unione dei Comuni

E’ l’atto conclusivo dell’Unione dei Comuni tra Cavriglia e San Giovanni. Un percorso iniziato nel 2013 e mai decollato. Sabato mattina sarà il consiglio comunale di Cavriglia a deliberare lo scioglimento dell’organismo, mentre lunedì prossimo sarà la volta del parlamentino di San Giovanni, che al terzo punto all’ordine del giorno prevede la fine ufficiale dell’ente sovra comunale. “Nonostante questo, i rapporti con Cavriglia non hanno subito sostanziali modifiche – ha detto il sindaco Viligiatrdi -. Del resto non ci siamo dichiarati guerra. Abbiamo solo chiuso un’esperienza che, così com’era, non poteva andare avanti”. La bomba esplose nel settembre scorso, quando in una clamorosa intervista rilasciata proprio al nostro giornale, il primo cittadino di San Giovanni dette una sorta di ultimatum al suo collega di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni. “ O l’Unione viene implementata o è meglio chiuderla – disse il sindaco -. Se le cose non cambieranno, entro Natale chiuderemo l’Unione”. La risposta di Sanni non si fece attendere. “I servizi associati non sono a regime ed i cittadini non si sono accorti di alcun vantaggio – disse qualche giorno dopo -. L’Unione è inadeguata, come dimostrano altri esperimenti simili in Toscana.”. Insomma, fine dell’esperienza e polemiche conseguenti, con riunioni delle segreterie del Pd dei due comuni e faccia a faccia tra i due sindaci. Ma il dado ormai era tratto e il percorso ha subito una logica accelerazione, fino ad arrivare alle deliberazioni che saranno assunte, nelle prossime ore, dai due consigli comunali

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile