sabato, Gennaio 28, 2023

Montevarchi festeggia la Festa della Toscana. Questa domenica maxi evento in centro storico. Oltre 500 figuranti

Montevarchi sarà una delle capofila regionali degli eventi organizzati in occasione della “Festa della Toscana” e per il quarto anno consecutivo ospiterà questa domenica la sfilata dei gruppi storici, unico evento in provincia di Arezzo. Saranno più di cinquecento i figuranti che sfileranno per le vie e le piazze del centro, accompagnati da suoni, squilli di chiarine, marce e rulli di tamburi. Cavalieri, musici, tamburini e sbandieratori celebreranno una ricorrenza speciale, che vuole ricordare l’anniversario della riforma penale firmata, nel 1786, dal Granduca di Toscana Pietro Leopoldo di Lorena, che decise di abolire, primo stato al mondo, la pena di morte. “La novità di quest’anno è nella partecipazione, più numerosa e con una nota di colore dall’estero – ha detto nel presentare l’iniziativa Antonio Melzi, presidente del Centro Rievocazioni Storiche di Montevarchi –. Saranno, infatti venticinque i gruppi storici della provincia di Arezzo a tenere in vita le tradizioni dal Medioevo al Rinascimento e a raccontare la storia, alla presenza anche di una delegazione da San Marino”. L’evento è stato presentato a Firenze, in Regione, insieme all’assessore alla promozione del territorio Piero Francini e al consigliere regionale Stefano Mugnai, per giunta montevarchino di residenza. “Quest’anno – ha detto Mugnai – il raduno dei gruppi storici della provincia di Arezzo assume un significato particolare. In questo momento di difficoltà per il nostro Paese e per tutta l’Europa, portare gente a radunarsi e a riscoprire le proprie radici culturali è un segnale forte e una risposta a chi, invece, ci vorrebbe chiusi nelle proprie abitazioni”. E veniamo al programma. Si parte alle 10 con la presentazione dei figuranti e l’esibizione dei gruppi storici. Alle 13 il “Pranzo dei Sapori del Valdarno”, aperto a tutta la cittadinanza, all’interno dell’accampamento allestito in piazza Vittorio Veneto. Il pagamento avverrà solo dotandosi di una storica moneta: il Varco. Nel pomeriggio, in piazza Varchi, il clou della manifestazione, con la partenza del corteo. A Montevarchi la Festa della Toscana sarà celebrata anche domani, in occasione del consiglio comunale, che si terrà alla Bartolea. La prima parte del parlamentino, che prenderà il via alle 8,30, sarà dedicata proprio all’evento regionale, con un’iniziativa dal titolo “Le riforme di Pietro Leopoldo e la Toscana moderna”. Dopo il dibattito in aula, alle 10.30 si terrà la consegna delle cittadinanze onorarie simboliche ai bambini di origine straniera nati in Italia, che frequentano la 5^ elementare e che vivono e risiedono nel comune di Montevarchi.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile