lunedì, Febbraio 6, 2023

“Omaggio a Venezia”. Scultura di Vighen Avetis collocata all’ingresso del Teatro Comunale di Cavriglia

Il legame tra lo scultore armeno Vighen Avetis e Cavriglia è solidissimo. Lo scorso mese di febbraio una delle maggiori opere dell’artista, “La Madre dell’Armenia”, realizzata in occasione del centesimo anniversario del Genocidio degli Armeni, fu collocata nella piazzetta del comune e vi è rimasta per molti mesi. Ora una sua nuova creazione è stata collocata all’ingresso del Teatro Comunale. Un omaggio che Avetis ha voluto fare alla comunità cavrigliese. L’opera, “Omaggio a Venezia”, scultura in bronzo (85 x 50 x 31 le dimensioni) ritrae una coppia in abiti settecenteschi. Commissionata da privati, è stata realizzata dallo scultore armeno nel 2014 e resterà all’ingresso del Teatro fino al termine della Stagione 2015/2016. “L’omaggio di Vighen Avetis – ha affermato il vicesindaco del comune di Cavriglia Filippo Boni – conferma il suo forte legame con Cavriglia. Una sorta di gemellaggio tra l’Armenia e la nostra amministrazione comunale nato nello scorso mese di febbraio quando Vighen decise di concedere a Cavriglia l’onore di ospitare per alcuni mesi La Madre dell’Armenia. Sempre a Cavriglia, a testimonianza della fama e dell’enorme stima che lo scultore gode in patria, nel mese di marzo Vighen Avetis venne insignito della massima onorificenza per gli artisti viventi, da parte del Ministero della Cultura dell’Armenia.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile