venerdì, Settembre 30, 2022

“Arezzo sede della maxi Asl della Toscana Sud Est? Il Pd ha fatto saltare tutto”. La denuncia di Stefano Mugnai

L’uscita è di quelle che, sicuramente faranno discutere, anche perchè riporta una notizia per certi versi clamorosa. Potrebbe non essere Arezzo, infatti, la sede della maxi Asl della Toscana Sud Est, come pareva certo. Un emendamento, infatti, ha rimesso tutto in discussione. A denunciarlo, in queste ore, il valdarnese Stefano Mugnai, vice presidente della commissione sanità e numero uno di Forza Italia in Toscana, per il quale il provvedimento ha un nome e un cognome, il Partito Democratico. “Il Pd – ha tuonato Mugnai – con un emendamento alla legge di riforma della sanità ha fatto saltare l’indicazione di Arezzo come sede della maxi Asl della Toscana Sud-Est. Evidente la volontà precisa di penalizzare la città dove ha vinto il centrodestra”. Inizialmente la giunta aveva ribadito che le sedi legali delle future aziende sanitarie sarebbero state tre: Firenze per l’Azienda USL Toscana, Pisa per l’Azienda USL Toscana Nord-Ovest e Arezzo per l’Azienda USL Toscana Sud-Est. Con la correzione apposta si rimanda la decisione definitiva ad una deliberazione del governo regionale. “In pratica – ha aggiunto Mugnai -, la sede legale provvisoria è rimessa in discussione. Non solo: il criterio del capoluogo col maggior numero di abitanti salta, e la scelta viene affidata a una delibera di giunta che stabilirà le sedi in maniera, a quanto si capisce, discrezionale. Tutto per colpire Arezzo e il suo futuro e penalizzando i cittadini che hanno osato esprimersi in maniera evidentemente considerata difforme rispetto ai desiderata del Pd”. Insomma, per Mugnai è tutta una manovra politica.

Marco Corsi
Direttore Responsabile