lunedì, Gennaio 30, 2023

Publiacqua: per la depurazione in arrivo 18.000 bollette con il conguaglio per servizi non fatturati. Rimborso invece per 39.000 utenti

Novità importanti per i cittadini del Valdarno e della Toscana che utilizzano i servizi idrici di Publiacqua. L’azienda ha infatti ultimato il lavoro di verifica e revisione delle tariffe applicate all’utenza. Lavoro legato ad una sentenza della Corte Costituzionale che ha spinto  i tecnici ad effettuare una analisi dettagliata delle banche dati, un controllo diretto sul campo, la georeferenziazione dei contatori e la mappatura del sistema infrastrutturale. Ne è emerso un quadro piuttosto chiaro.Nei prossimi giorni saranno inviate le bollette a circa  18.000 utenze dei 46 Comuni del territorio. I cittadini, in questo caso, dovranno pagare il conguaglio 2015 necessario per adeguare la fatturazione ai servizi effettivamente goduti. Oltre alla bolletta  ci sarà una lettera con cui saranno informati dell’importo dovuto per le annualità precedenti (2009-2014). ” Sono  utenze che usufruiscono del servizio di fognatura o di fognatura e depurazione e che saranno oggetto di un adeguamento della tariffa applicata,  in quanto al momento gli stessi servizi non sono loro fatturati”,hanno rilevato da Publiacqua. Ma c’è anche il rovescio della medaglia. La verifica, infatti, ha consentito di individuare un numero importante di utenze associate a servizi di cui in realtà non usufruiscono. Circa 39.000 i cittadini a cui Publiacqua ha già restituito la quota parte relativa all’anno 2014 ed ai quali restituirà automaticamente le annualità precedenti (anche in questo caso fino al 2009) nei tempi e nei modi che stabilirà l’Autorità Idrica Toscana.Sul sito internet dell’azienda (www.publiacqua.it) è disponibile di un’apposita sezione dove tutti gli utenti interessati dalla variazione di tariffa potranno verificare i servizi erogati alla propria utenza.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile