lunedì, Gennaio 30, 2023

Rubano anche la chiavetta con le musiche per la filodiffusione in via Roma! Incredibile scoperta a Montevarchi

Se non fosse una cosa seria, maledettamente seria, ci sarebbe da sorridere, motivando il gesto con una voglia matta di ascoltare musica, rilassandosi magari all’interno delle mura domestiche in piena atmosfera natalizia. Ma il maleducato, e usiamo un eufemismo, che nel primo pomeriggio di oggi si è introdotto nell’atrio di Palazzo Martini, in pieno centro a Montevarchi e ha rubato la chiavetta con le musiche per la filodiffusione in via Roma ha compiuto un gesto inqualificabile, che dimostra la totale mancanza di senso civico. L’iniziativa era stata attivata dal Centro Commerciale Naturale per fare da sottofondo musicale allo shopping. I brani erano stati scelti appositamente e sottoposti ad un’accurata equalizzazione. Poi erano stati inseriti in una chiavetta collegata al lettore, posizionato in Palazzo Martini, in piazza Varchi, in un’area comunque aperta a tutti durante il giorno. Il “furto” è avvenuto nel pomeriggio di oggi, in quanto stamani chi passeggiava in via Roma aveva come piacevole sottofondo i brani musicali. Sconcertata la presidente del Centro Commerciale Naturale Federica Vannelli. “Questa iniziativa – ha detto – è costata grande sacrificio anche da parte di chi ci ha lavorato attivamente, ovvero Walter Neri. Adesso ci vorranno almeno quattro giorni per recuperare tutti i brani e riattivare il servizio musicale”. Poi è partito un appello. “ Se chi ha preso la chiavetta me la riporta – ha detto la Vannelli – gliene do una di pacca se gli serve. Ma portare via la musica natalizia è come aver rubato un gioco a un bambino per le feste!”. La presidente ha parlato senza mezzi termini di inciviltà e maleducazione, ricordando che lo scorso anno, durante la permanenza in piazza Varchi della pista di pattinaggio sul ghiaccio, successero episodi inqualificabili. “Più di volta riscontrammo scorribande notturne sulla pista da parte di gente in motorino e in bicicletta. Che tristezza!”. Già, che tristezza.

 

Immagine nell’ home page di repertorio

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile