lunedì, Gennaio 30, 2023

S.Giovanni: azienda accatasta rifiuti pericolosi, intervengono i Noe

Avevano depositato  rifiuti pericolosi  in tre aree distinte dell’azienda, una delle quali confinante con il torrente Vacchereccia. Il  fatto è accaduto a S. Giovanni nella frazione di Ponte alle Forche in un’ impresa agricola del territorio. A segnalare la pericolosa irregolarità sono stati i carabinieri del Comando per la Tutela Ambientale – Nucleo Operativo Ecologico di Firenze che, dopo un’ispezione nello stabilimento, hanno notato la presenza di un deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in tre diverse zone dell’opificio. Inoltre lo stoccaggio dei rifiuti era stato effettuato in maniera disomogenea, in gran parte sul nudo terreno. Uno stutus, questo, ritenuto rischioso per la tutela ambientale in quanto i rifiuti accatastati sono risultati quasi totalmente esposti agli agenti atmosferici, assumendo carattere di pericolo concreto ed attuale a danno delle risorse ambientali . Alcuni degli scarti delle produzioni agricole, infatti, erano stati depositati a ridosso della rete metallica delimitante il confine aziendale con l’argine del borro di Vacchereccia, tra l’altro uno dei corsi d’acqua del territorio spesso oggetto di episodi di inquinamento. Il Noe ha sottoposto la questione al Comune ed il sindaco Maurizio Viligiardi ha immediatamente emesso un’ordinanza affinchè i responsabili provvedano subito alla bonifica del sito. Il provvedimento è stato ritenuto urgente a tutela della salute pubblica e l’azienda dovrà mettersi in regola entro 60 giorni dalla notifica.