martedì, Febbraio 7, 2023

Premio “Città di Montevarchi” ai dirigenti dell’Aquila Calcio. Si unanime del consiglio comunale

E’ stato un si convinto quello del consiglio comunale di Montevarchi, che si è riunito questa mattina per l’ultima seduta dell’anno. La mozione presentata dai consiglieri Flavio Nardi e Luciano Bucci, che chiedevano di consegnare il premio “Città di Montevarchi” ai dirigenti dell’Aquila, che hanno ricostruito la società, è passata all’unanimità, come è giusto che sia quando vengano affrontati argomenti che vanno al di la degli schieramenti di parte. Nel motivare la richiesta, Nardi ha ricordato che l’attuale management del Montevarchi Calcio ha riportato il glorioso sodalizio rossoblù a livelli più consoni, ottenendo grandi successi sia per la prima squadra che per il settore giovanile. Una ricostruzione partita dalle fondamenta, che ha connsentito anche di riportare entusiasmo e tanta gente allo stadio, come testimoniano gli oltre 400 abbonamenti e i 700 spettatori di media allo stadio, vero e proprio record per l’Eccellenza. Senza dimenticare i brillanti risultati del settore giovanile, vero e proprio fiore all’occhiello. Il Premio “Città di Montevarchi” è stato istituito nel corso di questa legislatura ed è un riconoscimento per quei cittadini che hanno fatto crescere, dal punto di vista sociale, sportivo ed economico l’intera comunità. “Chiediamo quindi al sindaco di organizzare, nel primo consiglio comunale del 2016, una cerimonia di premiazione a quattro personaggi dell’Aquila di primo piano – si legge nella mozione -. Angiolo Livi, attuale presidente, sia per l’impegno profuso in questi anni, sia in rappresentanza dell’intero Cda; Raffaello Spaghetti e Aldo Currò, protagonisti e fautori dei risultati ottenuti nel settore giovanile e Tiziano Casucci, attuale direttore sportivo e propulsore della rinascita calcistica di questi ultimi quattro anni”. Il documento è passato con il voto convinto di maggioranza e opposizione.

 

Foto di Marcello Sani

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile