domenica, Gennaio 29, 2023

Il 5 gennaio partono i saldi. La Confesercenti. “L’arrivo del freddo favorirà gli acquisti”

E’ appena finita la corsa ai regali e gli esercizi commerciali cambiano repentinamente vestito e indossano quello dei saldi. In provincia di Arezzo e quindi anche in Valdarno partiranno il 5 gennaio prossimo e le stime della Confesercenti aretina inducono all’ottimismo. Secondo il direttore dell’associazione Mario Checcaglini l’arrivo di temperature più rigide, in media con i valori del periodo, favorirà gli acquisti anche perchè fin’ora il clima poco invernale ha frenato il rinnovo dei guardaroba. “Sui saldi – ha aggiunto Checcaglini – c’è attesa della categoria per rilanciare le vendite. Le percentuali saranno fin da subito accattivanti. Si parte dal 30% con punte superiori al 50% per alcune tipologie di prodotti. Una vera occasione per i consumatori che potranno trovare nei negozi di fiducia qualità a prezzi vantaggiosi”. Le stime parlano di una spesia media pro capite di 150, 200 euro. I saldi andranno avanti fino al 4 marzo e la Confesercenti ne ha approfittato per ricordare alcune regole basilari che dovranno seguire i commercianti: è bene prima di tutto attendere il periodo ufficiale dei saldi; evidenziare l’oscillazione dello sconto praticato; non esibire sconti generici riferiti poi soltanto ad alcuni articoli; separare in modo chiaro le merci offerte a prezzi di saldo da quelle poste in vendita alle condizioni normali; evidenziare il prezzo originario e quello scontato dei prodotti posti in saldo; accettare pagamenti con pago bancomat e carte di credito; rendere visibile l’interno del negozio; rendersi disponibili a sostituire la merce anche se acquistata nel periodo dei saldi; effettuare le riparazioni, se richieste dal cliente e infine usare la massima cortesia. Il che non guasta mai.

Ma come sono andate le vendite natalizie? I numeri devono essere ancora analizzati, ma l’andamento è in media con quello dello scorso anno con punte di vendite in alcune giornate di festa. .

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile