mercoledì, Febbraio 8, 2023

Bucinese-Montevarchi. Nel documento della Prefettura i motivi ufficiali dello spostamento della sede

Sono sei i motivi ufficiali che hanno spinto la Prefettura di Arezzo a deliberare lo spostamento della sede della partita Bucinese-Montevarchi, che si disputerà questa domenica allo stadio Mario Matteini di Terranuova Bracciolini. Una decisione arrivata nel pomeriggio di venerdì, dopo che, da più parti, filtrava ottimismo sulla disputa della gara in Valdambra. Ma così non è stato e le motivazioni sono racchiuse nell’ordinanza della Prefettura. Il documento si rifà alla segnalazioni arrivate dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Arezzo, che hanno ravvisato una serie  di criticità. Criticità che partono da un dato di fatto. L’affluenza prevista di almeno 400 tifosi del Montevarchi, tra cui una settantina di Ultras organizzati. “Lo stadio comunale di Bucine – si legge nella nota prefettizia – non riunisce le caratteristiche necessarie per disputare l’incontro. La tribuna dispone di 196 posti a sedere (come aveva riferito a questa redazione, in tempi non sospetti, il sindaco di Bucine n.d.r.), e 140 posti sulle gradinate e pertanto non è in grado di ospitare il numero di supporter previsti. I servizi igienici e i bar – si legge ancora – sono privi dei divisori per impedire la commistione tra le due tifoserie. Lo stadio e il campo da gioco non sono interamente recintati e non appaiono riunite le condizioni di sicurezza per poter garantire adeguatamente l’ordine e la sicurezza pubblica. La squadra Bucinese – recita la Prefettura – è poi prima in classifica, mentre quella del Montevarchi segue a quattro punti e tra le due tifoserie c’è una rivalità alta”. In base a queste considerazioni, gli organi di pubblica sicurezza hanno quindi deciso di spostare la sede della partita, proponendo al Comitato Regionale Toscana di far giocare la partita in un altro impianto. Ovvero il Mario Matteini di Terranuova.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile