martedì, Febbraio 7, 2023

Al peggio non c’è mai fine. Adesso si rubano anche le piante. Sparite otto camelie dal parcheggio di via Del Puglia a Figline

Non bastavano i furti in appartamento, adesso si ruba anche all’interno degli spazi pubblici e al posto di gioelli e contenti, si portano a casa…le camelie. E’ davvero triste quello che è accaduto nel parcheggio di via del Puglia a Figline. Un episodio a metà tra il furto e l’atto vandalico, che ha preso di mira otto camelie prossime alla fioritura, piantate appena un mese fa dagli operai del comune, in occasione del rinnovo degli arredi verdi. Qualcuno ha pensato di bene di impossessarsene. Si tratta di un furto dal valore di 200 euro. Ma non è l’aspetto economico quello prioritario. Sono numerosi, infatti, gli atti vandalici che periodicamente si verificano anche in Valdarno Fiorentino, soprattutto nei giardini comunali. L’ultimo in ordine di tempo, per esempio, risale al settembre 2015 quando, dopo il danneggiamento di alcune porzioni dei giardini Morelli di Figline, fu neccessario intervenire con manutenzione straordinaria. “È triste pensare che qualcuno si prende la briga di estirpare fiori o piante da un giardino comunale solo per abbellire quello di casa propria – ha commentato amaramente l’assessore all’ambiente -. Non solo per il danno economico che un gesto di inciviltà di questo tipo comporta, ma anche per il messaggio negativo che veicola. Non rispettare uno spazio pubblico, infatti, equivale a non rispettare nemmeno il lavoro di chi, tra una manutenzione e l’altra, cerca di ritagliarsi il tempo per abbellirlo né i propri concittadini”.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile