12 Agosto 2020 - 13:36
More

    Terremoto. L’ospedale del Valdarno mette a disposizione fino a 40 posti letto per i feriti

    Anche la sanità valdarnese apre le sue porte ai pazienti rimasti feriti la notte scorsa in seguito al terribile terremoto che ha colpito Lazio e Marche. La Toscana, infatti, ha raccolto tempestivamente la richiesta giunta stamani dal Dipartimento Nazionale Protezione Civile di mettere a disposizione posti letto. Negli ospedali della Asl Toscana Sud Est, il cui territorio è quello più vicino ai luoghi colpiti dal terremoto, sono disponibili 508 posti letto, una quarantina dei quali all’interno dell’ospedale di Santa Maria alla Gruccia. “Il nostro presodio – ha detto il direttore Massimo Gialli – è mobilitato insieme agli altri nosocomi dell’azienda sanitaria. Questa mattina abbiamo fatto una ricognizione e in caso di emergenza metteremo a disposizione qui in Valdarno dai trenta ai quaranta posti letto per i feriti”. In tutti i presidi ospedalieri della Asl Toscana Sud Est, che come noto comprende le province di Arezzo, Siena e Grosseto i posti letto saranno così suddivisi per specialità:

    – 100 medicina

    – 103 chirurgia

    – 32 cardiologia

    – 34 rianimazione

    – 25 rianimazione pediatrica e terapia intensiva neonatale

    – 6 neurochirurgia

    – 3 chirurgia toracica

    – 49 emodialisi

    – 52 pediatria

    – 104 ostetricia e ginecologia

    La disponibilità dei posti letto è già stata comunicata al Dipartimento Nazionale Protezione Civile.

    Marco Corsi
    Direttore Responsabile