13 Giugno 2021 - 02:33

Sistema moda in Valdarno: “Uniti si vince”. Confartigianato analizza le possibilità di sviluppo del comparto

Uniti si vince. Può essere questo lo slogan coniato dalla Confartigianato per definire le possibilità di sviluppo del comparto moda in Valdarno, un vero e proprio fiore all’occhiello dell’economia aretina. I vertici dell’associazione ritengono infatti che le imprese del settore debbano presentarsi sul mercato forti e uniti come un vero e proprio distretto, per cercare di superare la crisi e crescere in maniera esponenziale.
Lo hanno ribadito, in queste ore, Carlo Donati, presidente provinciale moda di Confartigianato Arezzo e presidente dei sarti stilisti di Confartigianato nazionale e Maurizio Baldi, presidente area Valdarno di Confartigianato Arezzo. “Per la moda – ha detto Donati – , il Valdarno aretino ha enormi potenzialità, perché le quasi duemila imprese artigiane che vi lavorano costituiscono di fatto un vero e proprio distretto, che, se riuscirà sempre più a fare rete, ha la possibilità di diventare decisivo e di uscire rapidamente dalla attuale crisi del settore”.
Come ha ricordato Baldi, si tratta di un tessuto imprenditoriale diffuso orientato all’artigianato di altissima qualità, fondato su un modello di impresa manifatturiera che non è solo subfornitrice di grandi marchi della moda, ma che è anche capace di competere sui mercati internazionali, con un prodotto proprio di alta qualità, sposando i linguaggi e gli strumenti di comunicazione contemporanei del mondo fashion”. “Resta però fondamentale – ha aggiunto – – presentarsi forti e uniti come un vero e proprio distretto in grado di offrire alle grandi case di moda e alle griffe, un servizio completo di filiera, in grado anche di evitare inutili costi di trasporto e perdite di tempo per realizzare lontano da qui fasi della produzione. Penso ad esempio alle scarpe, che siamo assolutamente in grado di portare avanti qui in Valdarno con un’altissima qualità in ogni fase produttiva”.
Quindi, secondo l’associazione, l’artigianato aretino, e in particolare le imprese del Valdarno, hanno tutte le caratteristiche per far crescere il sistema moda, attraverso lo sviluppo di una filiera di qualità e il consolidamento dei buoni risultati conseguiti nell’export da un settore che ha dimostrato di essere più dinamico e di reggere meglio alla crisi.

Marco Corsi
Direttore Responsabile