Paola Brembilla, docente del “Vasari” presenta “La Casa del Fuoco” e racconta la sua esperienza di scrittura

0
3049

“La casa del fuoco” è la terza pubblicazione narrativa di Paola Brembilla, scrittrice e docente presso l’istituto superiore “Vasari” di Figline.
Un romanzo che racconta un caso investigativo da risolvere che si svolge intorno a una casa rifugio. 
Il testo è vicino al noir e si focalizza sulla psicologia dei personaggi.
Tra i principali protagonisti della vicenda troviamo una donna, che si rivolge al lettore in prima persona, e un uomo, l’ispettore, che non parla in prima persona ma viene raccontato da un narratore terzo che si addentra nella sua psicologia.
Il lettore segue il filo del pensiero del personaggio maschile e dell’ indagine. Alcuni dei coprotagosnisti della vicenda li scopriamo quando la memoria dei due personaggi principali riaffiora. 
Non è soltanto un libro di genere quello di Paola, ma anche una storia di uomini e di donne in difficoltà.
L’autrice è arrivata a questo punto dopo aver scritto i precedenti romanzi, sempre interessandosi ai vinti e non ai vincitori, perché in fin dei conti è ciò che le interessa. La vita, nella sua realtà non ci presenta sempre dei supereroi, come accade nel cinema o nella narrativa contemporanea. I suoi personaggi non sono perfetti, vivono di difficoltà.
La trama è frutto della fantasia della scrittrice, anche se tutto ciò che trascrive su carta rimane verosimile, perchè la violenza è un oggetto, purtroppo, sempre attuale e per giunta reale. 
“I miei antagonisti – sottolinea – sono un impasto di bene e di male. Un cattivo non è sempre e soltanto legato all’essere malvagio”.
“La casa del fuoco” sarà presentato a Cavriglia il 9 giugno nella sala del consiglio comunale a chiusura dell’ anno di Fidapa Valdarno, associazione nazionale a tutela del gentil sesso contro ogni forma di discriminazione nei confronti della donna. Al libro, tra l’altro, si è interessata anche Eva con Eva, associazione Onlus di Montevarchi, dove operano psicologhe e legali per offrire sostegno completo a donne vittime di violenza.
Le presentazioni del libro sono state diverse sul territorio del Valdarno e non solo e il testo è stato pubblicato all’interno della collana “Le ragioni dell’occidente” lo scorso febbraio.