2 Agosto 2021 - 07:25

Autunno figlinese. Questa domenica Gaville “riscoprirà” gli antichi sapori al “Mercato d’Autunno”

Cadono le foglie, si avverte il primo freddo, nascono i funghi e si preparano le “ballotte” calde: è autunno. Una stagione, senza dubbio, ricca di tradizioni, soprattutto di natura contadina e popolare. In ambito antropologico e folkloristico, Gaville, immersa nella sua bella campagna, è ricca di storia. Questo lo dimostra, ad esempio, la festa dal sapore autunnale che verrà organizzata questo weekend nella frazione figlinese, in attesa dell’edizione di “Autumnia” 2018. Domenica tornerà infatti l’appuntamento con il Mercato d’Autunno organizzato dall’Associazione Casa della Civiltà Contadina, in collaborazione con il Circolo ARCI di Gaville e la Parrocchia di San Romolo. Si partirà dalle ore 10.00 quando, davanti alla Casa della Civiltà Contadina e alla Pieve di Gaville, saranno presenti gli stand di agricoltori, artigiani e produttori del territorio. Contemporaneamente, il cortile della sede associativa ospiterà la mostra di manifesti e locandine originali del film “L’albero degli zoccoli”, appartenenti alla collezione di Antonio Borgheresi. Dalle ore 13.00, dopo la Santa Messa nella Pieve di San Romolo, il circolo Arci di Gaville metterà a tavola i tanti visitatori che accorreranno numerosi al tipico pranzo toscano. Nel pomeriggio verrà dato spazio a “Cantastorie al mercato”, una narrazione in musica di storie della tradizione e di nuove ballate a cura di Marco Betti. Inoltre, la Casa della Civiltà Contadina resterà aperta per l’intera giornata e, alle ore 16.00, sarà possibile visitarla con una guida. Il tempo che fu, nonostante le tecnologie del nuovo millennio, è anche il tempo dell’oggi, e ce lo dimostrano le continue ricerche e la memoria costante dei cittadini proiettata spesso verso il passato dei nostri nonni, con un senso di attaccamento identitario, affettivo e talvolta nostalgico. Ed è per questo che proprio a Gaville nel 1974 nacque, per l’appassionato sforzo di un gruppo di amici figlinesi, una prima raccolta di attrezzi e macchine agricole per l’allestimento di una manifestazione popolare. Nel 1998 nacque l’Associazione Culturale “Museo della Civiltà Contadina di Gaville”, custode di una collezione che in poco tempo arrivò a contare oltre 7000 pezzi.