La Sangiovannese perde anche a Bastia. In Umbria la terza sconfitta consecutiva

606

Non riesce a risollevarsi la Sangiovannese, che subisce a Bastia Umbra la terza sconfitta consecutiva. L’1-0 finale maturato è arrivato al termine di una partita sotto tono, con la squadra che dimostra una difficoltà cronica nel segnare. Se a questo aggiungiamo qualche disattenzione di troppo, ecco che la frittata è servita. Serve un deciso cambio di marcia per non vanificare quanto di buono fatto nel girone di andata. Per la società sarà sicuramente il momento di qualche riflessione approfondita.
La cronaca. Dopo pochi secondi pericolo immediato per la Sangiovannese. Boldini riceve palla e da pochi metri batte a rete. Ribatte con i piedi Scoscini. Parte male la squadra di Buso che dopo due minuti rischia ancora. Il portiere Scarpelli devia con i piedi con una conclusione di Tascini. A quel punto i valdarnesi si riassestano, chiudono maggiormente gli spazi e la gara si fa più equilibrata. Attorno alla mezzora la Sangio crea la prima palla goal. Cross di Regoli per Disanto la cui conclusione viene ribattuta in angolo. Ma al 40° i padroni di casa sfiorano ancora il vantaggio, con un palo di Tascini. Il tempo si chiude sullo 0-0, ma con una prestazione sotto tono degli azzurri.
La ripresa inizia ancora peggio. La Sangiovannese perde palla a centrocampo e Tascini si invola verso l’area. Scoscini lo atterra e il direttore di gara assegna il calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso Tascini non sbaglia e gli umbri passano in vantaggio. La reazione dei valdarnesi non c’è e il Bastia controlla agevolmente l’incontro, rischiando di raddoppiare al 24°, quando un clamoroso salvataggio sulla linea dei difensori azzurri evita il il 2-0. Non ci siamo e anche i tifosi del Marzocco, dalla tribuna, invitano i giocatori a cambiare marcia. Buso cerca di cambiare. Dopo la prima sostituzione (Rontini per Regoli al 15°), attorno alla mezzora Loffredo subentra a Mencagli. Al 37° prima vera palla goal per i valdarnesi. Su punizione di Mazzolli Scoscini devia a rete e gli viene negata la marcatura solo grazie ad un salvataggio sulla linea. Troppo poco per arrivare al pareggio. La Sangiovannese così subisce la terza sconfitta consecutiva. E la situazione non può non preoccupare.